iscrizionenewslettergif
Economia

Aeroporto: a Ubi Banca piace la holding con Sea

Di Redazione10 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Verso un maxipolo d'aeroporti del Nord

Verso un maxipolo d'aeroporti del Nord

BERGAMO — In maxipolo aeroportuale del Nord Italia, che comprenda Malpensa, Linate, Bergamo, Brescia e Verona. Sarebbe questo l’obiettivo strategico della Sea, la società di gestione degli scali milanesi e del presidente Giuseppe Bonomi che, dopo aver parlato del progetto con i bergamaschi di Sacbo, oggi incontrerà i vertici dello scaligero Catullo.

Il managment della Sea, dunque, gioca su più tavoli. Con il sindaco di Verona Flavio Tosi cercherà la quadra del cerchio su un progetto che coinvolge anche la bergamasca Sacbo. I tempi d’altronde sono piuttosto ristretti. Entro fine anno per la società milanese Sea è previsto lo sbarco in borsa. Ed è ovvio che una cosa è l’ingresso a Piazza Affari con due aeroporti, tutt’altro andarci con in tasca un polo aeroportuale allargato.

Verona, anche per affinità politica, punta all’accordo con Milano, anziché con Venezia. Brescia dovrebbe sottoscrivere un aumento di capitale che la porterebbe al 25 per cento del Catullo. Contemporaneamente si stanno muovendo i giochi sulla holding Sea e Sacbo. Un’eventualità che non piace a taluni soci dell’azienda bergamasca ma che, secondo quanto riporta il Sole24ore, piacerebbe al primo azionista privato di Sacbo, Ubi Banca, qualora si trovasse una soluzione valida in termini di numeri e governance.

Aeroporto: Sea propone la holding, Sacbo prende tempo

L'aeroporto di Bergamo BERGAMO -- Una holding in cui far confluire Sea, Sacbo ed eventualmente anche Brescia. E' ...

A Febbraio calo delle imprese registrate e attive a Bergamo

Calo delle imprese registrate I dati diffusi ieri dalla Camera di Commercio di Bergamo sull'andamento dell'economia dicono che a ...