iscrizionenewslettergif
Isola

Yara, identikit dell’assassino: uomo, un metro e 75

Di Redazione7 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gli esperti durante i rilievi sul luogo del ritrovamento

Gli esperti durante i rilievi sul luogo del ritrovamento

BREMBATE SOPRA — In vicende come questa il condizionale è assolutamente d’obbligo. Secondo indiscrezioni riportate dalla stampa, ci sarebbe un primo sommario identikit dell’assassino di Yara Gambirasio, la ragazzina di Brembate Sopra scomparsa misteriosamente il 26 novembre scorso e ritrovata morta in un campo di Chignolo d’Isola tre mesi dopo.

Secondo quanto riportato il Tgcom, si tratterebbe di un uomo, d’altezza compresa fra i 175 e 180 centimetri, del peso corporeo approssimativo compreso fra i 73 e i 77 chilogrammi. Manca un particolare estremamente rilevante: l’indicazione approssimativa dell’età. Potrà arrivare dall’analisi delle tracce che l’assassino ha lasciato sui vestiti della ragazza o dal materiale biologico trovato sotto le unghie di Yara.

Stando a quanto trapelato, l’identikit sarebbe il frutto delle deduzioni effettuate dagli investigatori in seguito all’analisi delle lesioni da arma da taglio trovate sul corpo: ovvero 4 ferite alla schiena, una al collo, una al polso. Secondo altre fonti, le ferite sarebbero invece 8 in tutto.

Dal modo in cui i colpi sono stati sferrati – si tratterebbe di 6 colpi inferti da un cacciavite o un punteruolo e non un coltello come ipotizzato inizialmente – gli inquirenti sarebbero convinti che l’omicidio sia stato compiuto da una sola persona. Verosimilmente un uomo. Che ha agito d’impulso una volta sfuggitagli di mano la situazione.

Yara, lesioni e ecchimosi sul collo: ipotesi strangolamento

Il ritrovamento del corpo di Yara CHIGNOLO D'ISOLA -- Cominciano ad emergere alcuni dettagli sulla presunta causa della morte di Yara ...

Yara, trovato un coltello a metà strada fra Brembate e Chignolo

I carabinieri in azione BONATE SOPRA -- Proseguono a spron battuto le indagini sul caso di Yara Gambirasio. Questo ...