iscrizionenewslettergif
Bergamo

Vendevano licenze false: indagati due funzionari del Comune

Di Redazione3 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le moto della Polizia locale

Le moto della Polizia locale

BERGAMO — Due funzionari del Comune di Bergamo sono indagati dalla Procura della Repubblica per truffa perché, secondo l’accusa, per sei mesi hanno venduto licenze per locali pubblici a più persone, licenze che per di più erano false.

Secondo indiscrezioni pare che a dar vita all’indagine sia stato un immigrato al quale è stato proposto di pagare una somma superiore al previsto per avere una licenza per locali pubblici in tempi brevi.

L’uomo ha accettato, solo per scoprire che la licenza non valeva niente. Così è andato a protestare in Comune. Ne è nata un’inchiesta interna sfociata in un esposto in Procura presentato dalla stessa amministrazione comunale.

I due funzionari (uno dei quali responsabile di un ufficio) sono stati iscritti nel registro degli indagati e questa mattina la polizia locale affiancata da agenti di polizia giudiziaria, ha eseguito perquisizioni negli uffici dei dei funzionari e nelle loro abitazioni, sequestrando i computer.

Banda di rapinatori tradita dall’accento bergamasco

Le rapine riprese dalle telecamere BERGAMO -- Sono stati traditi dall'accento. I carabinieri di Treviso hanno arrestato tre persone ritenute ...

Domenica centro chiuso al traffico per la festa di Carnevale

Ecco la zona vietata al traffico CENTRO CITTA' -- Il centro di Bergamo domenica resterà chiuso al traffico per i festeggiamenti ...