iscrizionenewslettergif
Poesie

“Una sorella ho nella nostra casa” di Emily Dickinson

Di Redazione1 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Una sorella ho nella nostra casa,
ed una siepe più in là.
Una sola è registrata,
ma entrambe mi appartengono.
Una venne per la via che feci io –
e portò la mia gonna smessa –
l’altra, come un uccello il nido,
costruì fra i nostri cuori.
Non cantava come noi –
era un motivo differente –
essa stessa a sé una musica
come un calabrone di giugno.
Oggi è lontano dall’infanzia –
ma su e giù per le colline
tenni la sua mano più stretta –
così abbreviando le miglia –
e ancora il suo canto
da un anno all’altro
inganna la farfalla;
ancora nel suo occhio
stanno le viole
appassite in tanti maggi.
Rovesciai la rugiada –
ma colsi la mattina –
scelsi quest’unica stella
fra le schiere della notte immensa –
Sue – per l’eternità!

“Certa stanchezza” di Pablo Neruda

Landscape19Non voglio esser stanco solo, voglio che ti stanchi con me. Come non esser stanco di certa cenere ...

“In riva al mare” di Umberto Saba

Boy-by-the-sea-300x438Eran le sei del pomeriggio, un giorno chiaro festivo. Dietro al Faro, in quelle parti ove s'ode ...