iscrizionenewslettergif
Isola

Sul corpo di Yara i segni di 6 coltellate, anche alla schiena

Di Redazione27 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il luogo del ritrovamento

Il luogo del ritrovamento

CHIGNOLO D’ISOLA — Yara è stata colpita dal suo assassino con almeno sei coltellate, alcune delle quali inferte con molta violenza. E’ quanto appreso dall’Ansa che cita fonti qualificate che stanno indagando sulla morte della tredicenne di Brembate.

Secondo le fonti, Yara potrebbe essere stata uccisa nell’immediatezza della sua scomparsa: la stessa sera del 26 novembre, probabilmente, o nelle ore immediatamente successive. L’ipotesi, ritenuta credibile dagli investigatori, troverebbe conferme nel primo esame effettuato sul cadavere: i capelli di Yara, infatti, erano ancora legati da un elastico rosso, lo stesso che indossava la sera della scomparsa.

L’esame del cadavere avrebbe evidenziato una ferita alla gola, una al polso e ben quattro alla schiena, una delle quali molto profonda all’altezza dei reni. L’ipotesi è che la ragazza sia stata prima colpita al collo, poi al polso, nel tentativo di difendersi, e infine alla schiena.

Stando ai rilievi degli investigatori, i resti non erano individuabili da lontano. E, nonostante si trovassero senza alcuna copertura sopra le sterpaglie, già da pochi passi risultavano praticamente invisibili.

La scena apparsa davanti agli occhi delle prime persone accorse sul posto è stata quella di un cadavere in avanzatissimo stato di decomposizione: disteso sulla schiena, con le braccia all’indietro oltre il capo come nel tentativo di liberarsi da qualcuno di dosso, o forse per via di un breve trascinamento. Le mani parzialmente coperte dalle maniche del giubbotto, lo stesso che indossava il giorno che è scomparsa, come peraltro gli altri abiti che indossava, la felpa, i pantaloni elasticizzati e i guanti. In tasca sono stati trovati alcuni oggetti come una sim card di un telefonino, presumibilmente il suo, le chiavi di casa e la batteria di un telefonino, che invece manca all’appello.

Yara, il questore Ricciardi: abbiamo trovato cose importantissime

Gli esperti della scientifica sul luogo del ritrovamento CHIGNOLO D'ISOLA -- "Abbiamo trovato cose importantissime...". Lo ha detto il questore di Bergamo, Vincenzo ...

Il corpo di Yara a due passi dalla sede degli investigatori: una sfida?

L'imbocco di via Bedeschi, venendo dal quartier generale CHIGNOLO D'ISOLA -- La tempistica degli avvenimenti. E' il tempo il fattore determinante per dare ...