iscrizionenewslettergif
Editoriali

Festa del 17 marzo: quello che la Lega non vede

Di Redazione21 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le frecce tricolori

Le frecce tricolori

Curioso l’atteggiamento del ministro Calderoli e della Lega sulla festa del 17 marzo. Il titolare della Semplificazione normativa ed altri esponenti leghisti sostengono che l’interruzione del lavoro per le celebrazioni dell’Unità d’Italia danneggi la nostra economia già messa in difficoltà dalla recente crisi.

A prima vista, un ragionamento sensato: un ponte imprevisto di vacanza potrebbe mettere in difficoltà le aziende che hanno sistemi produttivi a ciclo continuo. Solo che il ragionamento pecca di scarsa prospettiva. Se vogliamo dirla tutta, è pur vero che alcuni comparti industriali ne risentiranno, ma altri del ponte beneficeranno eccome. Ci riferiamo in particolare all’industria del turismo e al commercio.

Sì perché per milioni d’italiani, molto spesso, ponte fa rima con qualche giorno di vacanza speso, con l’arrivo della primavera, presumibilmente fuori città o in visita turistica in montagna. Magari sulle Orobie, oppure al mare, al lago o nelle città d’arte. Risultato: la festa del 17 marzo alla fine non penalizzerà l’economia italiana ma la favorirà. Perché turismo significa anche messa in circolo di una bella quantità di quattrini, da spendere per esempio nel commercio (altro settore in grossa difficoltà che ha bisogno di sostegno).

Lo ha capito persino il governatore dell’Alto Adige Luis Durnwalder, che dopo aver detto negato il suo appoggio alle celebrazioni per l’Unità d’Italia, ha fatto marcia indietro “preso per le orecchie” dagli albergatori altoatesini che, giustamente, vedono nel ponte di vacanza un’occasione per fare affari d’oro. Durnwalder, governatore di una delle regioni più autonomiste d’Italia, ha persino invitato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in Alto Adige. Quando si dice mettere da parte l’ideologia per il bene del paese…

Atalanta imbattuta da 10 giornate: anche a Reggio nessun pericolo

Ore 14.25: entra l'Atalanta e il Granillo è deserto BERGAMO –- Lo 0-0 di Reggio Calabria, come spesso accade ai pareggi, dev'essere valutato insieme ...

Gli altri protestano, l’Atalanta continua a vincere

Accerchiamento nerazzurro BERGAMO -- Sarò sincero, subito e con molta franchezza. Nella pancia del Comunale, a caldo, ...