iscrizionenewslettergif
Salute

Medici: ricominciano i “mercoledì dell’Ordine”

Di Redazione17 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Tornano i mercoledì dell'Ordine

Tornano i mercoledì dell'Ordine

BERGAMO — Parte il prossimo 23 febbraio la seconda edizione per i “Mercoledì dell’Ordine”, serie di incontri divulgativi con i quali l’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri intende rapportarsi con i cittadini.

Il primo appuntamento è stato mercoledì prossimo alle 20.30 presso la sede dell’Ordine dei Medici della Provincia di Bergamo, in via Manzù 25 a Bergamo. Il titolo è “Arte, scienza e conoscenza”. Introduce Fabrizio Centonze, responsabile Unità terapia intensiva coronarica dell’Ospedale di Treviglio. Il relatore sarà Giorgio Bordin, direttore sanitario dell’Ospedale Piccole Figlie di Parma.

I cinque incontri divulgativi – alcuni realizzati in collaborazione con l’Associazione Medicina e Persona – per il primo semestre 2011 spazieranno dal rapporto tra arte, scienza e conoscenza al ruolo dei direttori generali in un grande ospedale pubblico, passando per la malattia oncologica e l’educazione a lavorare per il bene comune nelle istituzioni sanitarie.

“Obiettivo dell’iniziativa – spiega il presidente dell’Ordine, Emilio Pozzi – che propone una serie di serate monotematiche relative alle scienze della vita nel loro complesso, è quello di individuare uno strumento per avvicinare l’Ordine ai cittadini, ma anche a tanti colleghi che identificano questa Istituzione solo con un ruolo di regolamentazione e controllo. L’auspicio è che a partire da questi incontri si possa arrivare, medici e società civile, ad una partecipazione vera che ci consenta di dialogare, confrontarci e soprattutto ascoltarci su tematiche sanitarie anche attuali.”

Mangiare davanti alla tv: che rischio

Pasti davanti alla tv Se è risaputo che davanti alla tv si mangia di più, è anche vero che ...

Cannaboidi: una scelta contro il dolore

Malati terminali La cura del dolore con i cannabinoidi e il loro utilizzo nel fine vita saranno ...