iscrizionenewslettergif
Poesie

“La regina” di Pablo Neruda

Di Redazione14 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Io ti ho nominato regina.
Ve n’è di più alte di te, di più alte.
Ve n’è di più pure di te, di più pure.
Ve n’è di più belle di te, di più belle.
Ma tu sei la regina.
Quando vai per le strade
nessuno ti riconosce
Nessuno vede la tua corona di cristallo, nessuno guarda
il tappeto d’oro rosso
che calpesti dove passi,
il tappeto che non esiste.
E quando t’affacci
tutti i fiumi risuonano
nel mio corpo, scuotono
il cielo le campane,
e un inno empie il mondo.
Tu sola ed io
tu sola ed io, amor mio,
lo udiamo.

“Abbandono” di Vincenzo Cardarelli

Oriental-painting-2Volata sei, fuggita come una colomba e ti sei persa, là, verso oriente. Ma sono rimasti i luoghi ...

“Ti sta vedendo l’altra” di Pedro Salinas

1-colorful-women-gunter-kreil Ti si sta vedendo l'altra. Somiglia a te: i passi, la stessa fronte aggrondata, gli stessi tacchi alti tutti ...