iscrizionenewslettergif
Sport

Zamagna: con il Siena ho visto una grande Atalanta

Di Redazione13 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Beppe Corti e Gabriele Zamagna

Beppe Corti e Gabriele Zamagna

BERGAMO — E’ uno dei quattro moschettieri che questa squadra, questo gruppo, l’ha creato nelle due sessioni di mercato appena passate. Insieme al direttore generale Spagnolo, al responsbaile scouting Corti e all’amministratore delegato Luca Percassi ha operato per consigliare il presidente negli acquisti da fare e vedendo la risposta del gruppo contro il Siena c’è da fargli solo i complimenti.

Il direttore sportivo orobico Gabriele Zamagna è contento, la prestazione della Dea contro il Siena l’ha convinto e anche lui è convinto di aver visto la miglior Atalanta della stagione. “Sì, è vero: la squadra ha giocato una grande partita. Grinta e prestazione sono state ottime, abiamo visto una delle migliori prestazioni della stagione e l’unico rammarico è quello di non essere riusciti a raggiungere la vittoria”.

Direttore, è questo l’approccio giusto per andare in serie A?

Ogni gara è una storia diversa, certamente se giochiamo con questa intensità e con questo approccio mentale abbiamo tante possibilità di centrare l’obiettivo. Fisicamente stiamo bene, la squadra ottiene risultati ed anche se gli avversari con noi cercheranno sempre la partita della vita sono molto fiducioso per il futuro.

E’ rimasto deluso dal Siena?

Direi di no, la prestazione dei nostri avversari è stata condizionata dalla nostra che come ho detto mi ha davvero soddisfatto. Quella allenata da Conte è una squadra attrezzata, sicuramente lotteranno fino alla fine con noi per la promozione e la rosa che hanno a disposizione è importante.

Il mercato è appena terminato, state già lavorando per il futuro?

Siamo sempre vigili, guardiamo partite e teniamo d’occhio i giocatori che si distinguono o che ci interessano. E’ normale e giusto che sia così ma nell’immediato non ci sono obiettivi particolari o trattative già avanzate anche perchè dipende tutto (o quasi) dal campionato che andremo a disputare in futuro: ovviamente speriamo di giocare in serie A, ogni discorso verrà approfondito nel momento in cui il futuro sarà più chiaro.

Come è andata la spedizione di Giuseppe Corti al Sub20 in Perù? 

E’ stato un buon torneo, ci sono stati sicuramente tanti giovani che si sono messi in luce ma l’aspetto più importante riguarda lo status che praticamente tutti i giocatori di cui abbiamo ricevuto schede di valutazione positive: essere extracomunitario è un problema, in serie A ne potremmo tesserare uno ma fino  a quando non c’è la certezza sul futuro è dura portare avanti le trattative.

Ultima domanda, ViareggiCup: come seguirete la prossima kermesse giovanile?

Mino Favini sarà con i nostri ragazzi vicino a San Benedetto del Tronto per il girone dell’Atalanta, Giuseppe Corti e i suoi collaboratori seguiranno le gare tra Toscana e Liguria cercando di monitorare tutti alla ricerca di nuovi talenti: ci siamo, non lasceremo nulla al caso.

Fabio Gennari

Andreas Seppi vince il torneo di Bergamo (foto)

Andreas Seppi BERGAMO -- E' Andreas Seppi il vincitore dell'edizione 2011 del torneo ATP Challenger di Bergamo. ...

Manifesta superiorità: la A dipende solo dall’Atalanta

Simone Tiribocchi BERGAMO -- Adesso, non ci sono più dubbi. La promozione in serie A dell'Atalanta dipende ...