iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

Atalanta spumeggiante, Coppola super: il Siena strappa lo 0-0

Di Redazione12 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il miracolo di Coppola su Doni

Il miracolo di Coppola su Doni

BERGAMO – Mamma mia, che Atalanta! La miglior prestazione stagionale dei nerazzurri, contro quella che dovrebbe essere la rivale più accreditata per la corsa promozione, produce solo un pareggio per 0-0 ma la dimostrazione di forza data dagli atalantini contro il Siena è qualcosa di veramente importante.

I toscani a Bergamo fanno una figuraccia, la verve orobica spazza via per circa ottanta minuti gli avversari e se il migliore in campo è il portiere ospite Nando Coppola significa che l’Atalanta meritava di vincere.

Sorpresa nelle formazioni iniziali. Troest ha mal di schiena e non siede nemmeno in panchina, al suo posto dentro Talamonti ed è incredibile come dal primo minuto giochino tutti assieme i tre titolari che Conte epurò esattamente un anno prima: Doni, Ferreira Pinto e appunto Talamonti. Il Siena rinuncia a Reginaldo, Brienza parte largo a destra ed il 4-2-4 è completato al centro da Calaiò e Mastronunzio.

Atalanta subito proiettata in avanti, la spinta del Comunale è incredibile e dopo un bel tacco di Doni a smarcare gli attaccanti (2′) ci pensa Talamonti sugli sviluppi di un calcio d’angolo a sfiorare il vantaggio: battuta di Barreto al 3′, torsione imperiosa e palla che passa ad un palmo dall’incrocio.

La stura alla partita potrebbe arrivare al 7′, Cristiano Doni sfrutta un errato disimpegno e pesca magistralmente in verticale Simone Tiribocchi nel cuore dell’area ma il puntero romano conferma di non essere in un gran periodo e spara da due passi su Coppola in uscita; il Siena replica sempre su palla ferma al 10′ ma la conclusione di testa firmata Vergassola è troppo debole per impensierire Consigli.

La squadra di Conte, nonostante il 4-2-4, fatica a proporsi con pericolosità. I nerazzurri giocano con grande attenzione e al 24′ costruiscono una buona manovra sull’asse Ferreira Pinto – Marilungo: destro debole dell’ex doriano, parata facile di Coppola.

Barreto-Tiribocchi-Barreto-Tiribocchi: doppio scambio tra il paraguaiano e il bomber stagionale al 27′ chiuso da un destro velenoso che l’estremo difensore della squadra di Conte para a terra in due tempi per un’Atalanta comunque di gran lunga superiore al Siena e che al 30′ costringe ancora Coppola al miracolo. Marilungo, su cross di Barreto, gira di testa verso l’incrocio più lontano ma la manona del numero 31 napoletano riesce ad intercettare senza che sulla ribattuta ci siano nerazzurri pronti al tap-in vincente.

La prima vera occasione da rete degli ospiti, fino a quel momento irriconoscibili, arriva al 32′ ed è Alessio Sestu a costruirla grazie ad un destro liftato che passa apena alto sopra l’incrocio dei pali della porta difesa da Consigli; Tiribocchi (40′) sparacchia in curva un pallone appoggiato da Doni e conferma di non essere per il momento in gran serata.

Squadre invariate nella ripresa, Atalanta subito pericolosissima con una splendida invenzione di Marilungo (47′) per Raimondi, il pallone rasoterra dell’esterno di Sedrina trova Doni libero a centroarea ma il destro di piatto interno a colpo sicuro si spegne contro la manona protesa in tuffo di Ferdinando Coppola che si conferma eroe senese della serata.

I nerazzurri sono spumeggianti, il ruggito del Comunale trascina Peluso in una serpentina d’altri tempi (49′) ma il cross sul secondo palo trova Tiribocchi e Marilungo in leggero ritardo: Conte corre ai ripari al 51′ con Reginaldo al posto di uno spento Mastronunzio nel tentativo di dare più brio alla manovra.

L’assedio al forte senese spinge Ferreira Pinto sul fondo al 58′ ma il destro violento non produce effetti, quello che più stupisce dei nerazzurri è la grandissima foga che mettono in campo e se il Siena si rende pericoloso solo con Reginaldo al 62′ (destro chiururgico che sfiora il palo lontano) è merito soprattutto della verve atalantina.

Colantuono al 68′ toglie un Doni sfinito per inserire Ceravolo, Talamonti di testa manda sul fondo da buona posizione(69′) e la sensazione chiara è che il vantaggio orobico possa arrivare da un momento all’altro.

Ruopolo per Marilungo (76′) è la scelta di Colantuono per il finale di gara, il pubblico non capisce e lo stesso numero 66 esce con un sorriso sarcastico scuotendo la testa: Ferreira Pinto (destro deviato all’80’) e Capelli (zuccata all’81’) provano ancora a schiodare lo 0-0 ma il Siena sembra tenere.

I crampi costringono Tiribocchi ad uscire pochi minuti più tardi (entra Pettinati con Ceravolo centravanti) e nel finale la Dea prova con le ultime forze a battere un Siena decisamente rinunciatario ma ormai è troppo tardi e dopo tre minuti di recupero Guida certifica lo 0-0 con il triplice fischio di chiusura.

ATALANTA – SIENA 0-0

ATALANTA: Consigli, Raimondi, Talamonti, Capelli, Peluso, Ferreira Pinto, Barreto, Carmona, Doni (68′ Ceravolo), Marilungo (76′ Ruopolo), Tiribocchi (85′ Ceravolo). All. Colantuono

SIENA: Coppola, Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso, Brienza, Vergassola, Carobbio, Sestu (77′ Kamata), Calaiò (84′ Caputo), Mastronunzio (51′ Reginaldo) All. Conte

Ammoniti: Vergassola (S), Terzi(S), Talamonti(A)

Atalanta: Doni titolare a sinistra? Stadio pieno, restano 200 biglietti

Cristiano Doni BERGAMO -- Circa 5000 biglietti venduti, solo 200 biglietti rimasti per il Parterre Creberg ed ...

Tiribocchi non gira, tutti gli altri molto bene: Peluso il migliore

Peluso salva tutto in piena area BERGAMO – Tutti molto bene, a parte Simone Tiribocchi. Nella serata in cui ogni nerazzurro ...