iscrizionenewslettergif
Italia

Gemelline, atroce lettera del padre: “Le bambine riposano in pace”

Di Redazione11 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le due gemelline svizzere

Le due gemelline svizzere

GENOVA — “Le bambine riposano in pace, non hanno sofferto”. Sono le frasi agghiaccianti contenute in una delle due lettere che Matthias Schepp, il padre delle gemelline Alessia e Livia, ha scritto e inviato alla moglie Irina prima di suicidarsi. Parole che non lascerebbero molte speranze sulla sorte delle due bimbe, anche se gli investigatori proseguono tuttora le loro indagini.

Gli inquirenti sono riusciti a ricostruire la prima parte del viaggio di Matthias Schepp, cominciato con le sue bambine e proseguito da solo. I tasselli cominciano a combaciare. Ma il quadro, purtroppo descrive la soluzione più terribile.

La vicenda delle ragazzine scomparse dopo essere state portate via dal padre, Matthias Schepp, morto suicida, si fa sempre più inquietante. Dall’analisi del computer di Schepps sarebbero emerse tracce di consultazione di siti Internet che destano preoccupazione. Oltre ai siti sulle compagnie di navigazione tra Marsiglia e Propriano, in Corsica, l’uomo avrebbe infatti visitato alcune pagine su veleni e avvelenamenti. E ora le parole della lettera sembrano confermare le ultime terribili ipotesi.

Infine gli investigatori hanno raccolto una testimonianza secondo la quale Matthias Schepp sarebbe stato visto al porto di Bastia mentre si imbarcava su un traghetto per Tolone. L’uomo era da solo, senza le due gemelline.

Rubata la bara di Mike Buongiorno: per ora nessuna richiesta di riscatto

La bara di Mike Buongiorno NOVARA -- Non c'è mai limite al peggio. La salma di Mike Bongiorno è stata ...

Adozioni: per i single possibili ma solo entro certi limiti

L'adozione ROMA -- Solo in casi eccezionali anche chi non è coniugato può ottenere l'adozione di ...