iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta: Doni titolare a sinistra? Stadio pieno, restano 200 biglietti

Di Redazione10 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cristiano Doni

Cristiano Doni

BERGAMO — Circa 5000 biglietti venduti, solo 200 biglietti rimasti per il Parterre Creberg ed una cornice di pubblico davvero incredibile con oltre 21.000 tifosi sugli spalti. Atalanta – Siena, per il pubblico orobico, non è una partita normale.

Sarà la classifica, sarà il ritorno di Conte, sarà quello che volete ma i dati sono lì da vedere. Chiari, limpidi, incontrovertibili: nemmeno contro la Juve, nemmeno contro l’Inter, nemmeno contro il Milan nelle ultime stagioni c’era stata una simile risposta da parte della gente.

Capitolo formazione. L’Atalanta che scenderà in campo venerdì sera è praticamnte fatta. Raimondi vince il ballottaggio con Ferri sulla destra, Peluso rientra dall’inizio e con Capelli e Troest la cerniera davanti a Consigli è fatta; Ferreira Pinto, Carmona e Barreto sono confermati e l’unico vero grande dubbio che assale Colantuono in queste ore è la maglia da esterno sinistro: Doni? Ceravolo? Bonaventura?

La scelta dovrebbe ricadere sul capitano e sono almeno 3 i motivi che confermano questa tesi. Punto primo: il Siena a centrocampo gioca con solo due uomini di ruolo (saranno Vergassola e Carobbio) e l’intelligenza tattica di Doni può creare superiorità insieme alla coppia sudamericana con Ferreira Pinto in appoggio della coppia di punte Marilungo-Tiribocchi.

Secondo: le motivazioni del capitano, contro l’ex giocatore della Juventus e due giorni prima della convocazione in procura sono certamente alle stelle. Il nervosismo dovrebbe restar fuori, all’andata il capitano giocò benissimo nel finale e non ci furono problemi. Terzo: con Doni subito si può cercare di colpire l’avversario fin dai primi minuti, nel corso della gara sarà importante saper gestire eventuali difficoltà e quindi anche con i cambi si potrebbe aver bisogno di altri uomini.

Saranno questi i protagonisti? Forse, ma tra Calaiò e Mastronunzio anche i toscani hanno parecchie carte da giocare. Però si gioca a Bergamo, però l’occasione di fare il vuoto è troppo ghiotta, però vincere contro una diretta concorrente è decisamente alla portata: carica, Atalanta. Carica!

Fabio Gennari

Colantuono: Atalanta-Siena è importante ma non decisiva

Stefano Colantuono BERGAMO -- "Giocheremo una gara importante, si affrontano due squadre che stanno dove ci si ...

Atalanta spumeggiante, Coppola super: il Siena strappa lo 0-0

Il miracolo di Coppola su Doni BERGAMO – Mamma mia, che Atalanta! La miglior prestazione stagionale dei nerazzurri, contro quella che ...