iscrizionenewslettergif
Politica

Forza Nuova da Napolitano: l’Udc presenta un’interpellanza

Di Redazione3 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giuseppe Mazzoleni

Giuseppe Mazzoleni

BERGAMO — Il capogruppo dell’Udc in consiglio comunale Giuseppe Mazzoleni ha presentato un’interpellanza urgente al sindaco di Bergamo Franco Tentorio per cercare di chiarire la vicenda dell’invito formale di Forza Nuova alle celebrazioni del 150esimo dell’Unità d’Italia, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ecco il testo dell’interpellanza.

“Premesso che:
– in occasione della venuta nella nostra città, per le celebrazioni del 150° anniversario della Unità d’Italia, del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, figura democratica di altissimo spessore e massimo garante dei valori costituzionali, è stata invitata a partecipare alla manifestazione in programma al Teatro Donizetti anche Forza Nuova, forza politica di ispirazione dichiaratamente neofascista; infatti anche come evidenziato anche Wikipedia Forza Nuova è un movimento politico italiano di estrema destra(o ultradestra), talora definito destra antagonista, o neofascista, fondato nel 1997 da Roberto Fiore e Massimo Morsello.

– divenuta pubblica tale notizia, il Sindaco ha dapprima dichiarato che si era trattato di una mera svista organizzativa e successivamente, tramite il proprio portavoce, ha comunicato di avere interloquito con i rappresentanti di Forza Nuova e di averne ottenuto l’assicurazione che nessun esponente di quella forza politica avrebbe partecipato all’incontro con il Presidente della Repubblica al Teatro Donizetti;

– viceversa, come risulta dal sito internet di Forza Nuova e come pubblicato anche da un organo di informazione cittadino, una esponente di Forza Nuova, grazie all’invito inviato a tale forza politica, ha partecipato alla manifestazione al Teatro Donizetti;

il sottoscritto consigliere comunale interpella con urgenza il Sindaco Tentorio per sapere:

– quale giudizio egli esprime sui fatti sopra esposti, ed in particolare:
– come mai Forza Nuova sia comparsa nell’indirizzario ufficiale della celebrazione del 150esimo dell’Unità d’Italia;
– come mai, preso atto della “svista organizzativa” verificatasi, non abbia pubblicamente revocato l’invito a Forza Nuova ed abbia preferito una interlocuzione riservata, risoltasi in una clamorosa presa in giro della istituzione comunale da parte degli esponenti di Forza Nuova;
– quale linea d comportamento intende adottare in futuro nei confronti di Forza Nuova e di altri movimenti o partiti politici dichiaratamente neofascisti”.

Giuseppe Mazzoleni
capogruppo UDC

Causa Vocem: Piffari e Cimadoro chiedono la testa di Gandolfi e Capetti

La Provincia di Bergamo BERGAMO -- "L’assessore al Bilancio della Provincia di Bergamo, Mario Gandolfi, ex An, e il ...

Il Federalismo passa per decreto. Misiani: atto di disperazione

Antonio Misiani ROMA -- Dopo la parità che in Bicameralina ha bloccato il provvedimento sul fisco municipale, ...