iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Salute

Certificati online: è caos, medici sul piede di guerra

Di Redazione1 febbraio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Caos certificati online

Caos certificati online

BERGAMO — La cosiddetta “legge Brunetta” è in vigore da poche ore ma già arriva una dura presa di posizione da parte dei medici che stando alla normativa dal 1 febbraio sono obbligati alla trasmissione telematica dei certificati di malattia.

Il problema di fondo sta in un sistema informatico pubblico poco efficiente, sostengono dall’Unione dei medici italiani (Umi). “Stante le criticità del sistema informatico pubblico – recita un comunicato stampa – non sempre è possibile al medico effettuare l’invio con le modalità telematiche: ciò potrebbe comportare per il medico curante pesanti sanzioni. Ritenendo prioritaria la redazione del certificato per il malato, il medico rilascerà il certificato in forma cartacea utilizzando la solita modulistica o utilizzando il proprio ricettario”.

I medici chiedono ai cittadini la collaborazione per documentare l’impossibilità alla trasmissione anche sottoscrivendo una breve dichiarazione che potrebbe essere richiesta ai malati dal medico curante a giustificazione del mancato invio telematico. L’Umi si giustifica per i disguidi di cui ritiene responsabile unicamente la parte pubblica. Solo nell’ultima settimana sono stati oltre 80mila i certificati inviati online in Lombardia. Insieme a quelli del resto d’Italia hanno mandato letteralmente in tilt i server dell’Inps. Chi bene inizia…

Stomizzati: borsa di studio dalla Abs

Gli Ospedali Riuniti di Bergamo BERGAMO -- Si terrà Sabato 5 febbraio alle 10 nella sala riunioni dell’Istituto Villaggio ...

Dieta salva-pianeta con 35 euro a settimana

Pollo al curry e riso Mangiare sano e salvare il mondo. Il tutto con soli 35 euro a settimana. Il "Rowett ...