iscrizionenewslettergif
Politica

Interrogata dai magistrati, la Minetti non risponde su via Olgiattina

Di Redazione31 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nicole Minetti

Nicole Minetti

MILANO — L’interrogatorio di Nicole Minetti ieri in procura è stato considerato esaustivo dai magistrati, che al momento non intendono sentirla di nuovo. Lo si apprende da fonti della Procura.

La donna ha risposto sui rapporti con il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, cominciati quando si occupò di lui come igienista dentale dopo il ferimento ad opera di Massimo Tartaglia, nel dicembre 2009.

Il consigliere regionale è stata sentita in gran segreto per evitare l’assalto dei media alla Procura, dopo aver messo a verbale una serie di intercettazioni che dimostravano un suo coinvolgimento in tutta la vicenda.

Secondo indiscrezioni la Minetti è stata ascoltata per oltre 3 ore. I pm Bocassini e Sangermano le hanno contestato le telefonate intercettate, in cui la donna parlava di festini ad Arcore, di soldi e regali ma soprattutto emergeva un suo coinvolgimento nel reclutamento di ragazze, che poi avrebbero partecipato alle feste incriminate.

Nicole Minetti si sarebbe avvalsa della facoltà di non rispondere sui rapporti con le ragazze di via Olgettina e le feste nella villa di Arcore.

Sondaggi, Berlusconi in picchiata: meno 4 per cento in due settimane

Berlusconi MILANO -- La fiducia in Silvio Berlusconi è crollata di quattro punti, scendendo a gennaio ...

Ruby, i pm: richiesta di giudizio immediato per Berlusconi

Silvio Berlusconi MILANO -- Lo scontro finale si avvicina. Sarà firmata entro la settimana la richiesta di ...