iscrizionenewslettergif
Bergamo

Picchia l’ex fidanzata italiana: marocchino condannato a 2 anni e 4 mesi

Di Redazione26 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tribunale di Bergamo

Il tribunale di Bergamo

BERGAMO — L’ennesima bruttissima storia di stalking ai danni di una giovane donna. Stavolta è accaduto in Valseriana. Protagonista, suo malgrado, una ragazza italiana di 25 anni perseguitata all’inverosimile da un extracomunitario di un anno più vecchio, che non si rassegnava alla fine della loro relazione. Tanto da inviare continue telefonate, sms sul cellulare e compiere appostamenti sotto la di lei abitazione, per finire poi con le botte, calci, pugni e schiaffi e la minaccia di morte: “Ti brucio viva”.

Il giudice per le udienza preliminare Ezia Maccora non ha avuto dubbi: a quell’uomo dalle maniere violente 2 anni e 4 mesi di reclusione. Il marocchino è recluso nel carcere di via Gleno al termine di una storia iniziata nel 2008, quando la ragazza decide di mettere fine alla relazione con l’extracomunitario.

Quello che ne segue è una galleria del terrore: telefonate minacciose la ragazza, sms minatori. Per oltre due anni la ragazza sceglie il silenzio, e non denucia l’ex fidanzato per timore di ritorsioni peggiore. Ma l’11 settembre scorso il peggio arriva davvero, quando il magrebino, dopo l’ennesima discussione, aggredisce la giovane. Botte da orbi, minacce di morte e insulti pesanti. La donna denuncia tutto ai carabinieri. L’extracomunitario viene indagato, poi la Procura di Bergamo chiede il rinvio a giudizio. Pesantissime le accuse: stalking, lesioni e minacce. Il rito abbreviato gli ha consentito la riduzione di un terzo della pena.

Al Palacreberg grande ritorno del musical “Cats”

Cats BERGAMO -- Dopo le due serate esaurite della scorsa stagione, i gatti più famosi del ...

Stangata in arrivo: aumentano biglietti Atb e parcometri

Nuovi parcheggi a pagamento, su strisce blu BERGAMO -- I tagli al trasporto pubblico alla fine, come spesso accade, si ripercuoteranno sull'utenza. ...