iscrizionenewslettergif
Bergamo

Al Palacreberg grande ritorno del musical “Cats”

Di Redazione26 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cats

Cats

BERGAMO — Dopo le due serate esaurite della scorsa stagione, i gatti più famosi del mondo tornano al Creberg Teatro per due spettacoli martedì e mercoledì 8 e 9 febbraio.

Cats, uno dei più grandi successi teatrali di tutti i tempi per spettatori, numero di recite e incassi, vince la sfida anche in Italia e a grande richiesta torna in scena nella stagione 2010/11.

L’edizione della Compagnia della Rancia, definita dalla stampa, al suo debutto, come il musical dell’anno, ha già incantato più di 200mila spettatori in oltre 160 repliche, facendo registrare sold out nei teatri di tutta Italia.

Lo spettacolo viene proposto in italiano grazie alla traduzione di Michele Renzullo e Franco Travaglio, Cats vede la regia di Saverio Marconi, la regia associata e le coreografie di Daniel Ezralow, i costumi della maison Coveri e le musiche eseguite dal vivo dall’orchestra di 16 elementi diretta dal M° Vincenzo Latorre. Non una pura traduzione dunque – come è accaduto invece in oltre venti paesi dove è stato rappresentato nell’edizione originale e tradotto in più di dieci lingue – bensì una rilettura dello storico musical a trent’anni dal debutto, che dà vita a un allestimento moderno e innovativo.

Saverio Marconi, in collaborazione con Daniel Ezralow, firma infatti la nuova regia che interpreta l’incontro dei 25 Jellicle – gatti dispettosi, golosi, raffinati, magici, sensuali – come una grande festa: nella notte più speciale dell’anno, infatti, essi si riuniscono per conoscere il gatto che avrà il privilegio di salire verso il “Dolce Aldilà” per rinascere a nuova vita. Tra suggestivi giochi di ombre cinesi, un enorme carrello da supermercato, gomitoli di lana, numeri acrobatici, momenti di pura agilità tra balzi, arrampicate e felpate invasioni in platea, ha preso forma uno spettacolo assolutamente originale in cui, insieme alla straordinaria partitura scritta da Andrew Lloyd Webber, si spiega lo strano rapporto, descritto dal bellissimo libro di Eliot, che esiste fra i gatti e gli uomini.

Tir s’incastra sotto il ponte della circonvallazione

Il camion incastrato in via Pescaria MONTEROSSO -- Uno stridore lancinante di lamiere, che si è sentito a 50 metri di ...

Picchia l’ex fidanzata italiana: marocchino condannato a 2 anni e 4 mesi

Il tribunale di Bergamo BERGAMO -- L'ennesima bruttissima storia di stalking ai danni di una giovane donna. Stavolta è ...