iscrizionenewslettergif
Isola

Il quarto testimone: dopo la palestra Yara andò verso casa

Di Redazione24 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La casa di Yara in via Rampinelli

La casa di Yara in via Rampinelli

BREMBATE SOPRA — Uscendo dal centro sportivo di Brembate Sopra, Yara Gambirasio si sarebbe incamminata verso casa e non dalla direzione opposta, nella quale hanno puntato nei giorni successivi i cani. A dirlo è il cosiddetto “quarto testimone”, il ragazzino di 17 anni cui ultimamente hanno accennato spesso le trasmissioni televisive che hanno parlato del caso di Yara. Secondo le quali il ragazzino non parlava con gli inquirenti per paura di esporsi.

Oggi invece è stato chiarito che il ragazzo ha parlato da tempo con polizia e carabinieri, spiegando di avere incrociato la ragazzina (che conosce bene) all’ingresso del centro sportivo tra le 18,40 e le 18,45 di quel 26 novembre e di averla vista svoltare a sinistra, in direzione di via Morlotti e quindi verso casa.

Resta quindi da capire che cosa possano avere fiutato i cani, che invece nei giorni successivi hanno tutti puntato nella direzione opposta, indirizzando le indagini verso Mapello e il cantiere del centro commerciale.

Intanto anche oggi sono ripartite le ricerche, con la polizia del reparto mobile di Milano, la Forestale, la polizia provinciale e una ventina di volontari della protezione civile a perlustrare la sponda sinistra del fiume Adda, nella zona in cui, nel territorio di Canonica, vi confluisce il fiume Brembo.

Yara, nuova lettera anonima indirizzata ai Carabinieri

I carabinieri davanti al cantiere ex Sobea BREMBATE SOPRA -- "Cercate Yara nel cantiere": è il messaggio lanciato dall'ennesima lettera anonima fatta ...

Riprende i luoghi pubblici di Yara: multa da 500 euro a giornalista Rai

Il centro sportivo di Brembate Sopra BREMBATE SOPRA -- Il sindaco di Brembate Sopra aveva chiesto il silenzio stampa sul ...