iscrizionenewslettergif
Isola

“Yara è in Friuli”: scattano le ricerche in Carnia

Di Redazione20 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La zona della Carnia in cui si svolgono le indagini

La zona della Carnia in cui si svolgono le indagini

UDINE — Da oltre 48 ore è in corso una massiccia operazione delle forze dell’Ordine nei boschi di una zona remota della Carnia, in Friuli, per trovare il corpo di Yara Gambirasio, la ragazzina di 13 anni scomparsa lo scorso 26 novembre in circostanze misteriose a Brembate Sopra.

L’operazione, coordinata dal procuratore capo di Tolmezzo, Giancarlo Buonocore, è scattata in seguito a un’informazione ricevuta in via confidenziale dagli inquirenti che ha richiesto un’approfondita verifica. Sul posto ci sono il Soccorso alpino della Finanza, Carabinieri, Polizia, fino ai volontari di Protezione civile e a quelli del Soccorso alpino della zona.

Le ricerche della ragazza sono concentrate nel piccolo borgo di Viaso, una frazione di Socchieve che conta una sessantina di residenti. Da qui si sale verso una montagna caratterizzata da un territorio piuttosto impervio: l’altura di Col Gentile. La zona è attraversata da una strada bianca che a un certo punto s’interrompe per lasciar spazio a sentieri, boschi e nevai.

Finora le ricerche non hanno portato a nulla di concreto. Ma l’area da setacciare è molto ampia. L’ipotesi al vaglio degli inquirenti, suggerita dall’informazione confidenziale, è che Yara avrebbe dovuto, per motivi ancora imprecisati, essere portata oltre confine attraverso queste valli impervie.

Omicidio giovane dominicano: pestato da più persone

Eddy Castillo CHIGNOLO D'ISOLA -- E' stato un pestaggio, forse messo a segno da più persone, ...

Setacciate le montagne della Carnia, ma di Yara nessuna traccia

Col Gentile, in Carnia BREMBATE SOPRA -- Si sono concluse con un nulla di fatto le ricerche di Yara ...