iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta: il talent-scout Corti in Perù a caccia del nuovo Cavani

Di Redazione20 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giuseppe Corti con il ds Gabriele Zamagna

Giuseppe Corti con il ds Gabriele Zamagna

BERGAMO – Il responsabile dell’area scouting dell’Atalanta, Giuseppe Corti, è uno dei tanti osservatori italiani sbarcati nei giorni scorsi in Perù per assistere ai Sudamericani 2011 in corso di svolgimento nel paese latino.

Da qualche giorno, nei corridoi di Zingonia non si vede circolare il terzo uomo della squadra operativa solitamente composta dal direttore generale Roberto Spagnolo e dal direttore sportivo Gabriele Zamagna. Il motivo è presto spiegato e dal paese sudamericano arrivano conferme: l’Atalanta ha mandato il suo uomo migliore a caccia di giovani talenti in quella che è la manifestazione più importante del continente sudamericano in materie di stelle pallonare in rampa di lancio.

I campionati “Sub20”, infatti, sono una sorta di pre-mondiale e delle 10 partecipanti (divise in due gironi da 5) le quattro migliori andranno a giocarsi il titolo intercontinentale di categoria la prossima estate in Colombia. Come se non bastasse, la prima e la seconda saranno anche qualificate per le olimpiadi di Londra del 2012 e già questo basta per capire l’importanza della manifestazione.

Inter, Genoa e Atalanta sono le società italiane già presenti, a stretto giro di posta sono attese anche Napoli, Catania e Chievo ma è con le fasi finali che sulle tribune si registra il tutto esaurito. Corti è ha visto la partita di esordio del Brasile ma è facile immaginare come delle 35 partite che si giocheranno tra il 16 gennaio e il 12 febbraio il talent scout bergamasco ne seguirà una grossa parte.

“Abbiamo già individuato 2-3 ragazzi interessanti” aveva dichiarato lo stesso Corti ad inizio anno e certamente le stelle non mancano. Neymar(Brasile) vale già 30 milioni di euro e si è presentato con un poker di reti, il fratello del genoano Zuculini è un altro nome da tenere d’occhio ma ci sono ottime pedine anche in squadre meno reclamizzate come l’Uruguay di quel Rodriguez che secondo parecchi addetti ai lavori è il degno erede di Cavani.

Si, il proprio il Cavani che oggi infiamma il San Paolo e che nel 2007 fu scoperto proprio da Giuseppe Corti e portato al Palermo. Che il dirigente nerazzurro riesca ad infilare un altro colpo simile anche per la Dea?

Fabio Gennari

Atalanta, Peluso e Ceravolo ancora out. Marilungo sogna un gol

Federico Peluso ZINGONIA -- "L'inserimento nell'ambiente atalantino sta procedendo nel migliore dei modi, ho trovato casa e ...

Alpinismo: Simone Moro sfida i 40 sottozero del Gasherbrum II

Simone Moro BERGAMO -- Un'autentica battaglia contro le intemperie. E' quanto sta affrontando Simone Moro, impegnato nella ...