iscrizionenewslettergif
Politica

Difesa: dopo 40 anni un alpino al comando dello Stato Maggiore

Di Redazione19 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il generale Biagio Abrate

Il generale Biagio Abrate

ROMA — Erano 40 anni che un alpino non era alla guida dello Stato maggiore della Difesa. Ebbene, stavolta ce l’ha fatta. Il cuneese Biagio Abrate è il più alto in grado nelle nostre forze armate, dopo il ministro, ovviamente. Alla cerimonia di passaggio delle consegne davanti al Presidente Giorgio Napolitano, ha partecipato anche il deputato bergamasco del Popolo della Libertà Gregorio Fontana.

“La giornata in cui ha preso il comando è stata funestata dalla morte di un nostro soldato in Afghanistan, per la quale esprimo il più profondo cordoglio – spiega Fontana – Tuttavia, da bergamasco sono doppiamente soddisfatto per la nomina di Abrate, non solo per le qualità del generale, ma anche perché dopo quasi 40 anni un alpino assurge al massimo ruolo di responsabilità della Difesa del nostro Paese. Il generale, fra suoi molti meriti, ha avuto un ruolo importante nel realizzare lo straordinario successo dell’adunata dell’anno scorso: è stato lui, allora nella sua qualità di Capo di Gabinetto del Ministro della Difesa, a dar corso alla decisione di Ignazio La Russa consentendo così l’impiego delle frecce tricolori durante la manifestazione”.

Il Generale di Corpo d’Armata Biagio Abrate è nato a S. Albano Stura (in provincia di Cuneo) l’8 novembre 1949. Dopo aver frequentato l’Accademia Militare di Modena Impiegato sin dal 1987 allo Stato Maggiore dell’Esercito, nel 1994, nel grado di Colonnello, è stato designato Comandante del Distretto Militare di Firenze. Dal 30 ottobre 1999 all’11 novembre 2000 è stato Comandante della Brigata alpina “Taurinense”. In tale periodo è stato Comandante della “Multinational Brigade West” a Pec in Kosovo. Dal 4 luglio 2001 ha assunto l’incarico di Vice Capo di Gabinetto del Ministro della Difesa. Il 1° gennaio 2003 è stato promosso Generale di Divisione e dall’8 febbraio 2006 ha ricoperto l’incarico di Capo di Gabinetto del Ministro della Difesa (Antonio Martino), confermato anche da parte di Arturo Parisi e dell’attuale Ministro Ignazio La Russa, fino all’assunzione dell’incarico di Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti.

Bretella Borgo Palazzo: dal centrosinistra lacrime di coccodrillo

Il sindaco di Bergamo Franco Tentorio BERGAMO -- "Ci sembra proprio che la capogruppo del Pd Elena Carnovali si sia addentrata ...

Berlusconi, spunta una nuova “fidanzata”: Evelina Manna

Silvio Berlusconi ed Evelina Manna MILANO -- Mentre tutta Italia si interroga sull'identità della fidanzata della quale il presidente del ...