iscrizionenewslettergif
Sebino

Finti carabinieri accusano parroco di pedofilia e lo derubano

Di Redazione11 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Raggiro al parroco

Raggiro al parroco

COSTA VOLPINO — Si sono presentati in parrocchia vestiti da carabinieri, accusando un sacerdote di 70 anni di pedofilia ed estorcendogli 21 mila euro. E’ avvenuto domenica sera intorno alle 19, poco dopo la messa festiva celebrata dal prete.

Due finti carabinieri hanno suonato alla casa del parroco dicendo che dovevano fare controlli anti-pedofilia in canonica. Colto del tutto alla sprovvista e sotto choc per l’assurda e infamante accusa, il sacerdote si è sentito crollare il mondo addosso e ha consegnato tutto quello che aveva in casa, contanti e catenine d’oro comprese, e firmando un assegno da 15mila euro.

Quando si è accorto di essere stato raggirato, non ha potuto fare altro che denunciare l’episodio ai carabinieri che hanno inviato sul posto una pattuglia. Vera.

Sperona l’auto dei carabinieri: i militari feriti riescono ad arrestarlo

I carabinieri pur feriti hanno arrestato il serbo CHIUDUNO -- Sono stati speronati dal ladro in fuga ma, anche se feriti, sono riusciti ...

Si rompe il disco della smerigliatrice: operaio ferito

L'ambulanza TRESCORE -- Incidente sul lavoro alla Terzi Group di Trescore, una ditta che si occupa ...