iscrizionenewslettergif
Sport

Curva in massa a Zingonia: obiettivo vincere

Di Redazione7 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lo striscione esposto a Zingonia

Lo striscione esposto a Zingonia

ZINGONIA — Lo avevo auspicato, qualche giorno fa. Pensando all’importanza che avranno i tre punti in palio contro il Grosseto, speravo in una bella cornice di pubblico per Atalanta – Arcene e ancora una volta, i ragazzi della Curva Pisani, non hanno deluso.

Si sono presentati in tantissimi, i 496 posti della tribuna di Zingonia alle 14.45 erano abbondamentemente esauriti e il sostegno avvertito dai protagonisti per tutti i 70 minuti della sfida contro l’Arcene sarà sicuramente importante per preparare al meglio Atalanta-Grosseto.

Alla recinzione è stato appeso uno striscione eloquente: “Nessuna distrazione dal mercato, unico obiettivo vincere il campionato”. Già, non la promozione in serie A ma la vittoria del campionato: è questo che hanno in mente i supporters più accesi dell’Atalanta, è questo che viene chiesto a chi scenderà in campo da qui al 29 maggio.

Sia Gonzalez o Tiribocchi, Ardemagni o Corvia, Doni o Magnaghi non importa. Lo hanno dimostrato ancora una volta, lo striscione “Atalanta Folle Amore Nostro” esposto davanti alla tribuna spiegava a tutti perchè, in un freddo venerdì lavorativo di gennaio, oltre 500 persone si sono spellate le mani per sostenere la Dea contro l’Arcene. Non il Barcellona, ma una squadra di Promozione.

Bisogna continuare a vincere, subito e bene. Perchè i punti saranno determinanti per la serie A, perchè la serie A è la condizione minima e necessaria perchè il progetto di Percassi possa spiccare il volo. Vincere, vincere, vincere: imperativo categorico, da soddisfare subito.

Fabio Gennari

Atalanta, in 500 per il 2-0 all’Arcene: Manfredini brutto ko

Manfredini esce sorretto dai compagni ZINGONIA -- Doveva essere la partita giusta per capire le scelte di Colantuono in vista ...

Atalanta, Carmona vuole la serie A

Carlos Carmona ZINGONIA -- Per lui, è stato un 2010 molto particolare. La Reggina, il Mondiale, l'Atalanta: ...