iscrizionenewslettergif
Bergamo

Carrera distrutto dall’incidente: era buio, non le ho viste

Di Redazione3 gennaio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Massimo Carrera

Massimo Carrera

BERGAMO — È indiziato di omicidio colposo Massimo Carrera. L’ex calciatore della Juventus e dell’Atalanta (attualmente responsabile tecnico del settore giovanile bianconero) ha travolto la mattina di Capodanno due ragazze di 23 anni ferme per un precedente tamponamento sull’autostrada A4, nel tratto fra Dalmine e Bergamo, al km 169.

Il giocatore è uno degli undici feriti del drammatico incidente. Allo stesso modo sono indiziati anche i conducenti delle altre due auto coinvolte un 38enne di Camisano Vicentino e un bergamasco: si tratta di un atto dovuto nel quadro delle indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

Carrera, che al momento dell’incidente era in auto con la moglie (che ha subito una parziale amputazione alle falangi di un dito), la figlia e tre sue amiche di 15 anni, si dice “distrutto” dall’accaduto. L’ex calciatore ha spiegato di non essere riuscito ad evitare lo schianto perché la vettura delle due vittime, dopo un precedente tamponamento, era ferma in mezzo alla carreggiata al buio e a fari spenti. “Era tutto buio, non le ho proprio viste”.

Sanità, ecco tutte le nomine in Asl e ospedali

Gli Ospedali Riuniti di Bergamo BERGAMO -- Sono stata rese note questo pomeriggio le nuove nomine ai vertici dell'Asl e ...

Incidente di Capodanno: in un video l’impatto dell’auto di Carrera

L'incidente di Capodanno BERGAMO -- La telecamera della società autostrada ha ripreso tutto. Con la tipica crudezza delle ...