iscrizionenewslettergif
Università

Via libera del senato: la Riforma Gelmini è legge

Di Redazione23 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il ministro Gelmini in aula

Il ministro Gelmini in aula

Dopo mesi di polemiche, la riforma Gelmini è legge. L’aula del Senato ha dato il via libera definitivo al testo sull’Università. Centosessantuno voti a favore, 98 contrari, 6 gli astenuti. Hanno votato a favore Pdl, Lega e Fli. Hanno votato contro Pd e Idv. Astenuti (anche se al Senato vale come voto contrario) Udc, Api, Svp e Union Valdotaine.

La riforma verrà attuata fin dal prossimo anno accademico. Lo ha annunciato il ministro dell’Istruzione stesso, nel corso della registrazione di Porta a Porta. La Gelmini ha sottolineato che entro i prossimi sei mesi tutti gli adempimenti e i decreti attuativi saranno approvati.

Governo e maggioranza hanno salutato il via libera alla riforma come un “grande traguardo”. Per il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, la riforma segna la fine di un sistema educativo radicato nel 1968. Plauso anche da parte di Confindustria, secondo cui la riforma Gelmini “consegna finalmente al Paese un sistema universitario nuovo che mette al centro i giovani”.

Critiche le opposizione. “Il ministro Gelmini non dice mai – ha dichiarato la capogruppo del Pd Anna Finocchiaro – che questa è una legge delega e che ci sono ancora circa 50 decreti attuativi da varare. Occorrerà che Camera e Senato tornino con le commissioni a occuparsene. Mi auguro che in quella sede si possa ancora fare qualche passo in avanti”.

Il ministro Gelmini dal canto suo ha dato “massima disponbilità a correggere il testo” della riforma nella fase attuativa. “La fase attuativa della riforma è la più importante. In Italia siamo abituati a preoccuparci solo dell’approvazione della legge, ma quante leggi poi rimangono lettera morta?”. “Il mio impegno – ha proseguito la Gelmini – sarà quello di verificare, di monitorare insieme al mondo accademico l’andamento di questo provvedimento, la sua attuazione che passa per una serie di regolamenti, di decreti attuativi. Sarà quella la fase in cui sulla base non di un pregiudizio ideologico ma della realtà c’é la massima disponibilità a correggere e affinare il testo”.

Scienze della Formazione lancia l’Idea

La sede universitaria di Sant'Agostino La Facoltà di Scienze della Formazione delll'Università degli Studi di Bergamo lancia il Progetto Idea ...

I migliori cervelli sono negli atenei pubblici

Alma Mater di Bologna La ricerca pubblica vince su quella privata. Punteggio finale 8 a 2. Nella top ten ...