iscrizionenewslettergif
Economia

Contributi dalla Regione per la prima casa: ecco come accedere

Di Redazione23 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Contributi dalla Regione per la prima casa

Contributi dalla Regione per la prima casa

BERGAMO — Dopo aver approvato il “Decimo Bando per l’Acquisto della Prima Casa” , la Regione Lombardia ha reso noto le procedure e le modalità per accedere ai contributi per l’acquisto o il recupero della prima casa. L’impegno finanziario di questo bando ha interessato tutti i livelli istituzionali di Regione Lombardia. L’attuale situazione finanziaria e i tagli alle regioni non consentono molti margini d’intervento ma le risorse sono comunque sufficienti a soddisfare le aspettative dei cittadini lombardi. Ecco tutti i dettagli.

Diverse sono le novità introdotte dal Bando 2010.
Il contributo “una tantum” a fondo perduto è graduato in rapporto al valore dell’immobile acquistato:
per un valore tra € 25.000,00 e € 100.000,00 = il contributo è di € 5.000
per un valore tra € 100.000,01 e € 200.000,00 = il contributo è di € 5.500
per un valore tra € 200.000,01 e € 280.000,00 = il contributo è di € 6.000.

In più, per immobili certificati ad “alta efficienza energetica” è previsto un incremento sul contributo, pari a:
€ 2.000,00= per immobili di classe certificata di Tipo “A” (risparmio d’energia del 50%)
€ 1.000,00= per immobili di classe certificata di Tipo “B” (risparmio d’energia del 30%).

Con il bando 2010 vengono confermate le categorie a cui è destinato il contributo:
giovani coppie (entrambi i componenti non devono aver compito 40 anni d’ età alla data di presentazione della domanda)
gestanti sole
genitore solo con uno o più figli minori a carico
nuclei familiari con almeno tre figli.

Vengono altresì confermati alcuni requisiti fondamentali per la partecipazione:
indicatore ISEE standard non superiore a € 35.000.
valore dell’immobile acquistato, autocostruito o dell’intervento di recupero edilizio non superiore a € 280.000 e non inferiore a € 25.000 Iva compresa;
mutuo o finanziamento richiesto per l’acquisto, l’autocostruzione o il recupero dell’immobile, di durata non inferiore a cinque anni e d’ importo non superiore a € 280.000 e non inferiore a € 25.000.

Per i cittadini extra UE è richiesto:
il possesso del permesso di soggiorno (o carta di soggiorno) di durata almeno biennale
lo svolgimento di regolare attività di lavoro subordinato o autonomo da parte almeno di uno dei componenti il nucleo familiare.

Il contributo non è riconosciuto:
se uno dei componenti il nucleo familiare ha già beneficiato di altre agevolazioni previste per le medesime finalità del Bando
se uno dei componenti il nucleo familiare è proprietario di un immobile adeguato sul territorio di Regione Lombardia (per adeguato s’intende un immobile costituito da un numero di vani pari al numero delle persone che compongono la famiglia dichiarata nella domanda con esclusione di cucina, angolo cottura, servizi igienici, ripostigli e vani accessori);se l’immobile è composto da oltre 5 vani, indipendentemente dalle persone che compongono la famiglia dichiarata nella domanda, è considerato idoneo
se l’ immobile è di lusso (categoria catastale A1 – A8 – A9).

Periodo di riferimento per i requisiti richiesti
Il periodo entro il quale è necessario possedere o soddisfare tutti i requisiti previsti dal Bando 2010, è stabilito dal 1° luglio 2009 al 30 giugno 2011 compreso.

Decorrenza dei termini del Bando
Le domande andranno presentate ai Caaf convenzionati con Regione Lombardia dal 1° dicembre 2010 al 31 gennaio 2011 (da uno dei componenti il nucleo familiare intestatario o cointestatario dell’ immobile e del mutuo/finanziamento) e completate presso i Caaf entro il 10 luglio 2011, pena la decadenza dal diritto.

Referenti
Antonio Carofaniello
email antonio_carofaniello@regione.lombardia.it
tel 02 67654426
Roberto Nebuloni
email roberto_nebuloni@regione.lombardia.it
tel 02 67652866
Emanuele Busconi
email emanuele_busconi@regione.lombardia.it
tel 02 67652878
Laura Berardino
email laura_berardino@regione.lombardia.it
tel 02 67652726

Il gruppo Gavio acquista il 6,9 per cento della Brebemi

Una simulazione della Brebemi BERGAMO -- ll consiglio d'amministrazione di Sias, holding del gruppo Gavio a cui fa capo ...

Università di Bergamo: professore di II fascia

concorsi_pubblici Accettazione delle dimissioni di un componente della commissione giudicatrice per la procedura di valutazione comparativa ...