iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, niente prestito per Bjelanovic: il Cluj tratta solo la cessione

Di Redazione23 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sasa Bjelanovic

Sasa Bjelanovic

BERGAMO – Fumata nera. Anzi, nerissima. Il passaggio di Sasa Bjelanovic all’Atalanta è saltato, forse definitivamente, perchè la società rumena del Cluj ha fatto marcia indietro: invece della ventilata ipotesi di prestito con diritto di riscatto, la società proprietaria del cartellino ha cambiato idea ed è disposta a cedere Bjelanovic (31 anni) solo a titolo definitivo.

Il cambio di strategia dei rumeni, imprevisto, cambia radicalmente la posizione dei nerazzurri. Investire dei soldi per un giocatore già abbastanza avanti con l’età e che dovrebbe venire per fare la riserva di Ruopolo pare francamente un’operazione difficile da avallare per Antonio Percassi.

La nuova realtà ha spiazzato un po’ tutti, dopo che nella serata di mercoledì era trapelato il nome del croato c’era molta fiducia sul buon esito della trattativa.

Le parole dell’agente Danilo Caravello nella mattinata di giovedì rilasciate proprio a Bergamosera confermavano come la soluzione fosse molto gradita da Bjelanovic e c’è un dettaglio, importante, che certifica i buoni rapporti tra le parti: Gabriele Zamagna e il procuratore di Bjelanovic si sono incontrati per pranzo e non c’erano problemi.

Nel pomeriggio il Cluj ha comunicato la sua nuova posizione, in Romania il presidente Muresan è intervenuto durante una conferenza stampa in cui ha confermato il tecnico Minteuan rilanciando alcuni obiettivi di mercato per il centrocampo e l’attacco (Traore) e annunciando che la seconda parte della stagione dovrà rilanciare la squadra amaranto. Quindi non si svende, quindi se parte qualcuno sarà solo per monetizzare.

L’obiettivo di Antonio Percassi, dare a Colantuono il nuovo attaccante per la ripresa del 27, pare adesso molto difficile. Se non altro, perchè ci sono ostacoli oggettivi che vanno valutati con calma. Bjelanovic arriva solo se il Cluj dice sì al prestito, Antenucci è un discorso ben avviato con il Catania ma servono 3,5 milioni per un giocatore che non è una prima punta e anche le altre alternative sulla piazza non sono così immediate da raggiungere. Pellè, ad esempio, costa almeno 3 milioni di euro e guadagna attualmente circa 800 mila euro a stagione: negli ultimi due anni ha giocato pochissimo ed anche se è una pedina interessante non pare subito pronto.

Granoche è stato contattato ma non è sembrato così deciso nel dire di sì, l’ultimo attaccante di livello che è disponibile sul mercato è Massimo Maccarone: lascerà Palermo ma l’agente Fabbri ha confermato che Zamparini lo cede solo a titolo definitivo (fu pagato 4,5 milioni a giugno) e con tutte le squadre che paiono interessate anche in serie A il suo ingaggio non sembra così rapido.

Fabio Gennari 

Bjelanovic, l’agente conferma: contatti avviati, Atalanta piazza gradita

Sasa Bjelanovic BERGAMO – “Se ti chiama una società come l'Atalanta, è molto facile dire di sì. ...

Atalanta, i numeri sono chiari: serve a tutti i costi un nuovo attaccante?

Cristiano Doni BERGAMO -- Il dubbio, per la verità, mi attanaglia da qualche giorno. Ma all'Atalanta, serve veramente ...