iscrizionenewslettergif
Poesie

“Torrente” di Attilio Bertolucci

Di Redazione15 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Spumeggiante, fredda,
fiorita acqua dei torrenti,
un incanto mi dai
che più bello non conobbi mai;
il tuo rumore mi fa sordo,
nascono echi nel mio cuore.
Dove sono? Fra grandi massi
arrugginiti, alberi, selve
percorse da ombrosi sentieri?
Il sole mi fa un po’ sudare,
mi dora. Oh questo rumore tranquillo,
questa solitudine.
E quel mulino che si vede e non si vede
fra i castagni abbandonato.
Misento stanco, felice
come una nuvola o un albero bagnato.

“Giura” di Costantino Kavafis

images19Ad ogni poco giura di cominciare una vita migliore. Ma quando viene, coi consigli suoi, la ...

“Le cose passano” di Niccolò Ammaniti

images-113Nella vita le cose passano sempre, come in un fiume. Anche le più difficili che ...