iscrizionenewslettergif
Isola

Yara, al setaccio le telecamere della dogana Como-Brogeda

Di Redazione14 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La dogana con la Svizzera

La dogana con la Svizzera

BREMBATE SOPRA — Sono state estese anche a ridosso del confine tra la provincia di Como e il Ticino le ricerche di Yara Gambirasio, la ragazzina di Brembate Sopra scomparsa 18 giorni fa dopo essere uscita dalla palestra del paese.

In particolare gli investigatori hanno acquisito le immagini e i filmati delle telecamere collocate alla dogana di Como-Brogeda per verificare se il giorno della sparizione, lo scorso 26 novembre, la 13enne possa aver varcato il confine. Secondo quanto si apprende una delle piste seguite dagli investigatori (quella del sequestro di persona) potrebbe portare in Svizzera.

Dopo le verifiche gli inquirenti hanno escluso il sequestro a scopo estorsivo. Intanto dall’analisi dei tabulati telefonici pare che il telefonino della ragazza abbia agganciato la cella di Brembate alle 18.55 il giorno in cui è scomparsa. Il che fa supporre che la ragazza fosse ancora in paese a quell’ora.

Tramonta l’ipotesi satelliti: ancora una giornata senza esito per Yara

Un defender dei carabinieri impegnato nelle ricerche BREMBATE SOPRA -- E' durata lo spazio di una giornata la speranza che il caso ...

Yara, il rompicapo dei “fantasmi” della Citroen rossa

Enrico Tironi, considerato un testimone attendibile BREMBATE SOPRA -- E alla fine si tornò a Tironi. Ha ripreso decisamente quota la ...