iscrizionenewslettergif
Politica

Il Comitato delle circoscrizioni: no all’abolizione

Di Redazione13 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Palazzo Frizzoni, sede del consiglio comunale di Bergamo

Palazzo Frizzoni, sede del consiglio comunale di Bergamo

BERGAMO — Si riunirà domani 14 dicembre 2010 a Bergamo, presso la sala del consiglio comunale il Comitato nazionale delle circoscrizioni, l’organismo che rappresenta le 29 città italiane interessate dal taglio del decentramento amministrativo per l’effetto della legge 42/2010.

Si tratta di una ulteriore iniziativa voluta dall’esecutivo del comitato per conoscere le varie attività poste in essere dalle circoscrizioni nei singoli territori e per riaffermare l’utilità degli organismi di decentramento, quali luoghi per il migliore governo del territorio e come palestra per la formazione degli amministratori di domani.

La riunione di Bergamo arriva dopo l’audizione al Senato del Comitato che è servita anche ad esporre al legislatore la necessaria revisione del DDL 2259 che individuerà le nuove funzioni fondamentali di province e comuni attraverso un nuovo assetto istituzionale.

“In questo senso – ha spiegata la coordinatrice Katia Zattoni – abbiamo espresso la nostra disponibilità a percorrere la strada di una revisione delle circoscrizioni, perché siamo tutti convinti che gli organismi di decentramento così pesanti non sono stati pienamente efficaci nel governo del territorio. Nel dibattito avviato in sede di commissione è stata palese la volontà del comitato ad essere di aiuto nel trovare le soluzioni più idonee ai distretti affinché possano avere deleghe certe e risorse proprie”.

Subito dopo Bergamo, l’appuntamento sarà a Monza il 15 e 16 dicembre 2010 dove si svolgeranno gli stati generali sul decentramento amministrativo e sulla partecipazione che riguarderanno in particolare le regioni Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige.

Si tratta di una due giorni con interventi e relazioni che arriveranno dalle varie città Italiane coinvolte nel taglio delle circoscrizioni e che seguono analoghe iniziative che si sono già tenute a Reggio Emilia per la regione Emilia Romagna ed a Latina per il Lazio.

Fini: voteremo compatti la sfiducia, Fli andrà all’opposizione

Gianfranco Fini ROMA -- Sale la tensione a un giorno dal voto in parlamento sulla fiducia. "Non ...

Il piano di Berlusconi: ottenere la fiducia per andare ad elezioni

Silvio Berlusconi ROMA -- Oggi è il "giorno del giudizio" per Silvio Berlusconi, ma l'impressione è che ...