iscrizionenewslettergif
Sport

Colantuono: avevamo pochi spazi, siamo stati bravi a passare (video)

Di Redazione12 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Colantuono e Mondonico

Colantuono e Mondonico

BERGAMO — Tre punti importantissimi, quelli conquistati dal tecnico Stefano Colantuono e dall’Atalanta contro l’Albinoleffe. al termine dei novanta minuti, commentando pure gli altri risultati, il mister nerazzurro ha fotografato chiaramente l’andamento del match e gli spunti, come sempre, non mancano.

“La squadra nella ripresa ha fatto quello che avevamo preparato. Non era semplice, a centrocampo abbiamo provato spesso ad accerchiare l’Albinoleffe ma inizialmente eravamo più lenti: loro sono calati, noi siamo cresciuti e abbiamo vinto”. Questa la valutazione di Colantuono sulle difficoltà incontrate nei primi 45 minuti.

A precisa domanda, chi chiedeva informazioni sulla presenza di Ceravolo al posto di Tiribocchi, Colantono ha spiegato come intende lui la gestione del gruppo. “Ceravolo dall’inizio? Non c’è niente di strano, a Portogruaro aveva giocato bene e ho pensato di riproporlo. Come ho fatto altre volte. Gli equilibri sono importanti, se prendi un giocatore solo quando ne hai bisogno e poi lo rimetti in panchina è difficile che sia pronto”.

Ultimo dettaglio, per nulla trascurabile: Manfredini, ad inizio ripresa, ha rischiato pesantemente il rosso. “Il cambio di Manfredini è legato al timore che avevo che potesse incappare nel rosso. Ho avuto un po’ paura in quel momento sul fallo su Bombardini, potevo toglierlo anche prima ma Peluso e Ruopolo erano in difficoltà: appena ho visto che tutto era apposto, ho fatto il cambio”.

Fabio Gennari

Ruopolo: dedico la doppietta a nonno Romolo (video)

La dedica di Ruopolo BERGAMO -- Esultanza sentita, una maglietta bianca con scritto sopra qualcosa ed un bacio alla ...

Percassi: assurdo il brontolio per il possesso palla

Antonio Percassi in tribuna BERGAMO -- Questa volta, il presidente Antonio Percassi, lo dice chiaramente. Sentite qua. "Anche le ...