iscrizionenewslettergif
Provincia

Yara: scarcerato il marocchino, ora chiede i danni

Di Redazione7 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un cellulare della polizia penitenziaria

Un cellulare della polizia penitenziaria

BERGAMO — E’ uscito dal carcere di via Gleno a bordo di un furgone della polizia penitenziaria per evitare i giornalisti. Destinazione top secret. E’ stato scarcerato intorno alle 13.30 Mohammed Fikri, il marocchino fermato per la scomparsa di Yara Gambirasio.

Troppo deboli gli indizi a suo carico. E così il magistrato non ha convalidato la sua carcerazione. D’altronde, “non ho mai visto Yara” aveva giurato agli inquirenti durante l’udienza di convalida, davanti al gip di Bergamo Vincenza Marcora. “Non la conosco e l’ho vista solo nella fotografia mostratami dai carabinieri in occasione del provvedimento di fermo”.

Fikri è così tornato in libertà dopo che nell’interrogatorio di lunedì era stata la stessa accusa a fare un passo indietro e, di fronte ad una intercettazione mal tradotta (sette i periti consultati dalla procura), a chiedere che il 22enne fosse rimesso in libertà. A difendere Fikri è anche il suo datore di lavoro, Roberto Benozzo: “Nel momento in cui Yara è scomparsa Mohammed era con me in cantiere. Su di lui non ho certo sospetti, lo conosco da quattro anni”. Come riporta il Mattino di Padova, anche la sorella dell’imprenditore Patrizia Benozzo, conferma: “Mohammed non stava scappando, aveva già prenotato il viaggio in Marocco da tempo”.

E così, gli avvocati del marocchino stanno valutando di chiedere un risarcimento per l’ingiusta detenzione del loro assistito. Lo ha spiegato ai giornalisti Giovanni Fedeli, uno dei legali dell’operaio. A quanto sembra, oltre alla telefonata mal tradotta, sarebbe caduto un altro elemento che aveva portato i carabinieri ad accusare l’immigrato. Mohammed F. avrebbe infatti spiegato di essersi liberato della scheda del telefono cellulare della fidanzata perchè la giovane subiva delle molestie telefoniche su quel numero e lui, dovendo rientrare in Marocco, non voleva che la fidanzata continuasse a subire le molestie.

Tre giorni di pioggia e rischio neve, migliora nel weekend

Tre giorni fra pioggia e neve BERGAMO -- Saranno tre giorni fra pioggia e rischio neve quelli che portano al prossimo ...

Alpini, effetto adunata: iscrizioni decuplicate

I giorni dell'adunata di Bergamo BERGAMO -- Nuovi gruppi a Gerosa, Lallio e Antegnate. Nuove iscrizioni in tutta la Bergamasca. ...