iscrizionenewslettergif
Isola

Yara, le ricerche ripartono dallo stagno vicino all’ex Sobea (video)

Di Redazione7 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La ruspa posiziona il tubo dell'idrovora

La ruspa posiziona il tubo dell'idrovora

PONTE SAN PIETRO — E’ stato un altro pomeriggio di duro lavoro per inquirenti e soccorritori alla ricerca di Yara Gambirasio. Nonostante le voci circolate segnalassero uno stop alle ricerche fino a quando non ci fosse stata una traccia precisa da seguire, già dalla mattinata si sono registrate attività con le unità cinofile nella zona boschiva tra Mapello e Ambivere.

Dopo pranzo, attorno alle 15.30, i Vigili del Fuoco si sono messi all’opera in un cantiere adiacente al Centro Produtivo “Roncelli”, zona Briantea. Il terreno interessato è quello dove sorgerà la nuova Mazzucconi e si trova a poche centinaia di metri dal cantiere del Centro Commerciale in costruzione ad Ambivere, in fondo ad una laterale di via Marconi nel territorio di Ponte San Pietro.

Con Carabinieri e Polizia a presidiare i varchi, i pompieri hanno iniziato a prosciugare un ristagno d’acqua formatosi nel cantiere a causa della pendenza del terreno verificando pure il fondo di un pozzo.

Grazie ad una ruspa, è stata trascinata nel punto più adatto una pesante idrovora che ha cominciato a pompare via l’acqua alle 16.45. L’oscurità ha costretto gli uomini dei Vigili del Fuoco a lavorare con le fotoelettriche ma alle 19 le operazioni sono state interrotte e verranno riprese questa mattina.

In un momento come questo, senza grosse tracce da seguire e con le condizioni atmosferiche che rendono sempre più difficili le ricerche, le forze dell’ordine si muovono dunque con decisione su più fronti.

Tuttavia, la zona del ristagno è molto vicina ad alcuni capannoni e ci sono due invasi profondi almeno 3 metri che sembrano essere pieni d’acqua da parecchie settimane. Il cantiere è fermo da mesi ma è circondato da una maglia metallica alta almeno due metri e sono presenti parecchie telecamere ben in vista con dei cartelli in cui si segnala che l’area è sorvegliata.

Fabio Gennari

Il cugino del marocchino: é innocente al mille per cento

Yara Gambirasio TREVISO -- ''Conoscendo mio cugino, avrà detto 'Allah mi protegga' e non 'Allah mi perdoni'. ...

Morto in casa da giorni, nell’abitazione con la madre

I carabinieri CAPRIATE SAN GERVASIO -- Sarà l'autopsia a stabilire le cause del decesso di C.P.G. un ...