iscrizionenewslettergif
Salute

Dolore femminile: più attenzione da parte dei ginecologi

Di Redazione7 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ginecologo

Ginecologo

Dovrebbe esserci più attenzione al dolore femminile. E il primo step è di tipo culturale, nell’approccio alla donna.

“Vi è una scarsa attenzione a tutti quei disturbi di genere che hanno come denominatore comune il dolore, in ambito pelvico, addominale e sistemico, dall’adolescenza alla menopausa – denuncia Alessandra Graziottin, direttore del Centro di Ginecologia del San Raffaele Resnati di Milano.

“Dolore che spesso interessa più organi e funzioni: la comorbilità è un altro aspetto critico e negletto della salute della donna- prosegue la Graziottin- Da un nostro sondaggio effettuato su 750 italiane che lamentano sofferenza ginecologica emerge che il dolore pelvico è molto diffuso e che le correlazioni sono sottostimate: il 56 per cento di loro soffre di colon irritabile, il 47.8 per cento di dispareunia, il 37.3 per cento di mestruazioni dolorose (e di queste ben l’86,6 per cento prima dei 20 anni), solo per citare i più consistenti”.

Cancro prostata: nuove speranze

Ricerca Nuove speranze per gli ammalati di tumore alla prostata. I soggetti più anziani che non ...

Addio placca: tutta colpa di un enzima

Sorriso E' vicino l'addio alla placca dei denti. Un gruppo di ricercatori dell' Universita' di Groningen, ...