iscrizionenewslettergif
Isola

Yara: ancora ricerche a Mapello, Ambivere e Ponte (video)

Di Redazione6 dicembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il laghetto che i vigili del fuoco stanno dragando

Il laghetto che i vigili del fuoco stanno dragando

BREMBATE SOPRA — Torce fotoelettriche accese. Idrovore in azione. I vigili del fuoco sono al lavoro per dragare e svuotare un invaso d’acqua nei pressi del cantiere edile di Mapello, dove avrebbe lavorato anche Mohammed Fikri, il 22enne marocchino fermato sabato a bordo di un traghetto diretto a Tangeri e accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio.

Per tutta la giornata Carabinieri, Polizia e vigili del fuoco hanno lavorato intorno al laghetto che dista poche centinaia di metri dal centro commerciale in costruzione nell’area della ex Sobea e si trova nel territorio di Ponte San Pietro.

Il laghetto artificiale è in realtà la pozza creata dallo scavo di un cantiere. Per la maggioranza dei casi l’acqua è alta intorno al mezzo metro. In un punto particolare, circondato da paletti ci sono due cisterne. Qui l’acqua raggiunge i tre metri. Per svuotare l’invaso dunque serviranno diverse ore.

A quanto si è appreso, i vigili sono arrivati in quell’area dopo una delle tante indicazioni che arrivano dagli inquirenti. Ma al momento le ricerche non hanno portato a risultati.

Questa mattina un nuovo sopralluogo senza esito è stato condotto in mattinata da polizia, carabinieri, vigili del fuoco e Protezione civile nell’area delle fonderie Mazzucconi ad Ambivere.

Intanto nel carcere di Bergamo si è svolta l’udienza di convalida del fermo di Fikri, assistito dai suoi avvocati. Il giudice per le indagini preliminari, Vincenza Maccora, ha fatto sapere che si pronuncerà martedì in merito alla convalida del fermo. L’interrogatorio è durato circa due ore. La difesa di Fikri ha chiesto la scarcerazione “per mancanza di gravi indizi di colpevolezza”, ha detto l’avvocato Giovanni Fedeli, che con la collega Roberta Barbieri assiste il marocchino. “Hanno solo l’intercettazione e alcuni elementi ancora più deboli” ha spiegato il legale.

Yara: il marocchino sotto torchio del magistrato in carcere

Yara Gambirasio BREMBATE SOPRA -- Una giornata di rilievi e indagini, meno di ricerche, anche per l'ostacolo ...

Yara: il marocchino verso la scarcerazione

Il comando provinciale dei Carabinieri BREMBATE SOPRA -- Ancora un colpo di scena nella vicenda di Yara Gambirasio, la ragazzina ...