iscrizionenewslettergif
Isola

Yara: i segugi cercano tracce verso Mapello. Novità dal cellulare

Di Redazione29 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il percorso investigato dai cani

Il percorso investigato dai cani

BREMBATE SOPRA — I segugi messi al lavoro dai carabinieri hanno fiutato qualcosa. Uno dei cani dal naso prodigioso impiegati questo pomeriggio il centro sportivo di Brembate Sopra avrebbe indicato come via di uscita di Yara dalla palestra una porta d’emergenza che si affaccia sulla zona industriale del paese. Inoltre, novità arriverebbero dal cellulare della ragazza.

Oggi, i carabinieri hanno passato al setaccio il centro sportivo di Brembate e, a quanto pare, un segugio avrebbe indicato la via utilizzata da Yara per uscire dalla palestra. Si tratta, dicevamo, di un’uscita di emergenza che guarda verso via Terzi di Sant’Agata, dove comincia la zona industriale di Brembate. Il cane avrebbe investigato il percorso che la ragazza potrebbe aver fatto. Ora c’è da stabilire se passare di lì era un’abitudine della 13enne scomparsa oppure si tratti di un’anomalia. Il cane ha camminato per due chilometri, in direzione Briantea, fino a raggiungere il territorio di Mapello. La rincorsa si è interrotta nella zona di un cantiere.

Ed è proprio a Mapello che gli inquirenti stanno controllando il segnale del cellulare. Contrariamente a quanto palesato in un primo momento, il telefonino della ragazzina non si sarebbe spento subito, ma poco dopo le 19 di venerdì 26 novembre quando avrebbe agganciato la “cella” di Mapello. I carabinieri non hanno ancora confermato, attendono altri riscontri.

Yara, denunciato il presunto testimone: si è inventato tutto

I carabinieri BREMBATE SOPRA -- E' stato denunciato per procurato allarme e falso ideologico il ragazzo ...

Yara, in migliaia su Facebook vicini alla famiglia

Yara Gambirasio BREMBATE SOPRA -- Corre su Facebook la speranza che si risolva nel migliore dei modi ...