iscrizionenewslettergif
Politica

I sondaggi: una coalizione con Montezemolo vale il 20 per cento

Di Redazione26 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Luca di Montezemolo

Luca di Montezemolo

ROMA — Una seria minaccia per la coalizione di centrodestra. L’eventuale discesa in campo di Luca Cordero di Montezemolo complicherebbe e di parecchio la corsa in discesa del Popolo della Libertà e della Lega alle possibile elezioni della prossima primavera. Sì perché il presidente della Ferrari e titolare delle concessioni dei treni Ntv, avrebbe un consenso molto elevato. “Secondo le nostre stime, una coalizione elettorale guidata da Luca Cordero di Montezemolo può arrivare fino al 20 per cento” ha rivelato il presidente dell’Ispo Renato Mannheimer.

“Siccome Casini-Fini-Rutelli-Lombardo insieme ottengono circa il 15-17 per cento dei consensi – ha spiegato Mannheimer – l’aggiunta che arriva da Montezemolo all’ipotetico nuovo polo centrista è del 5 per cento”.

Intanto il presidente di Italia Futura continua nelle sua esposizione preelettorale. “Il Paese impaurito e più povero in etica e economia. Siamo attanagliati dalla paura e impoveriti a livello etico ed economico – ha detto Montezemolo a un convegno sul terzo settore a Roma – continuiamo a vivere una transizione infinita: negli ultimi anni il paese si è impoverito a livello economico, etico e di spirito. E siamo attanagliati dalla paura: della globalizzazione, del lavoro, dei cinesi”. “Abbiamo un’invadenza dello Stato come mai prima nella storia della Repubblica. La politica invece di lanciare le sfide, di avere degli obiettivi, di cercare la coesione, invade il paese non solo a livello nazionale ma anche a livello locale, in maniera strutturale e strategica”.

Montezemolo ha precisato di non voler scendere in politica. Ma sono in molti a tirarlo per la giacchetta e la sensazione è che la sua sia pretattica. “Credo che ci debba essere sempre più un rapporto tra la società civile, che si impegna per il futuro del Paese, e la politica, fermo restando il rispetto dei ruoli”. Secondo Montezemolo, inoltre “bisogna sempre stare attenti ed evitare di parlare dalla tribuna e fare solo critiche. Credo che uno possa non fare politica ma dare un contributo positivo di passione e spirito civile senza entrare in politica. Non si può lasciare solo alla politica di parlare di politica ma con passione e idee si può contribuire alla crescita del Paese”.

Il sindacato di Polizia aderisce alla manifestazione del Fli

Il Coisp si schiera con il Fli BERGAMO -- Incassa un'adesione importante la manifestazione del partito di Gianfranco Fini Futuro e Libertà ...

Stucchi (Lega) si complimenta con le forze dell’Ordine: avanti così

Giacomo Stucchi BERGAMO -- “Desidero esprimere le mie congratulazioni al questore di Bergamo, Vincenzo Ricciardi, e a ...