iscrizionenewslettergif
Bassa

Guida Michelin: “Da Vittorio” fra i ristoranti top d’Italia

Di Redazione25 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Da Vittorio a Brusaporto

Da Vittorio a Brusaporto

BRUSAPORTO — Restano sei i ristoranti top del firmamento gastronomico italiano. E fra questi c’è anche il bergamasco “Da Vittorio”, della famiglia Cerea, che negli anni scorsi si è trasferito a Brusaporto dopo essere stato il re del centro città.

Sono i ristoranti a tre stelle, gli stessi ‘laureatisi’ lo scorso anno, che hanno ottenuto il massimo punteggio della mitica guida rossa Michelin 2011 presentata oggi a Milano. Il mantenimento delle posizioni, secondo la ”rossa” riguarda anche il numero dei due stelle con 37 ristoranti come
nel 2010, ma con due novita’ in entrata (e due uscite), mentre aumentano a 233 i locali che si sono fregiati di una sola stella rispetto ai 229 del 2010, con un robusto turn over di ben 32 novità. Le new entry con due stelle sono ‘Jasmin’ a Chiusa in provincia di Bolzano e ‘Bracali’ a Massa Marittima in provincia di Grosseto.

E’ la Lombardia, secondo la ”bibbia” della gastronomia internazionale, la regione italiana più ricca di stelle con 52 ristoranti premiati. Due i tristellati lombardi: “Da Vittorio” – la new entry dello scorso anno – a Brusaporto (Bergamo) e “Dal Pescatore” a Canneto sull’Oglio (Mantova). Cinque i ristoranti a due stelle e 45 con una stella.

La provincia più stellata è Bolzano con 15 ristoranti (tre due stelle e 12 con una stella), seconda Cuneo che eguaglia numericamente Bolzano ma
con un differente mix (due a due stelle e 13 con una stella). La provincia di Napoli è terza.

Secondo la Michelin, i 6 tristellati e gli altri awards confermano il trend positivo della ristorazione italiana degli ultimi anni ”che ha puntato sempre piu’ sulla qualita’ delle materie prime – è stato sottolineato durante la presentazione -, sulla ‘personalita” della cucina, sulle tecniche di cottura e il
giusto abbinamento dei sapori senza tralasciare un corretto contenuto qualità prezzo” che in tempi di crisi resta un ‘ingrediente’ importante.

Ecco infine i sei migliori ristoranti italiani secondo la Guida Michelin 2011: “Al Sorriso” a Soriso (Novara), “Dal Pescatore” a Canneto sull’Oglio (Mantova), “Le Calandre” a Rubano (Padova), “Enoteca Pinchiorri” a Firenze, “La Pergola” a Roma e “Da Vittorio” a Brusaporto.

Ariston: gli utenti scelgono i film-cult da vedere in digitale

Grease TREVIGLIO -- I migliori film della storia del cinema rimasterizzati e proposti al pubblico con ...

Violenza sessuali sulle segretarie: imprenditore condannato a due anni

Molestie sessuali BERGAMO -- Le accuse erano pesantissime: violenza sessuale e sequestro di persona. E' stato condannato ...