iscrizionenewslettergif
Provincia

Droga: i Carabinieri acciuffano la “Venere nera”

Di Redazione25 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I carabinieri in azione

I carabinieri in azione

CALOLZIOCORTE — A comandare l’organizzazione dedita allo spaccio di cocaina c’era una giovane e bella marocchina di 24 anni. Da qui il niome dell’operazione “Venere nera” che ha permesso ai carabinieri del comando provinciale di Lecco di smantellare una vasta organizzazione dedita allo spaccio.

Imponenti i numeri dell’operazione. Ventiquattro gli arresti effettuati tra le province di Lecco, Bergamo, Monza e Brianza e Milano e uno spaccio di droga stimato in un chilo di cocaina al mese.

La donna a capo dell’organizzazione, già in carcere per questo reato, risiedeva a Calco ed era riuscita a creare una rete capillare di distribuzione di droga grazie alla collaborazione di un nutrito gruppo di spacciatori italiani e marocchini. Le indagini, iniziate circa un anno fa, sono state coordinate dai carabinieri di Calolzio, epicentro dello spaccio.

Nove persone, tra cui la Venere Nera, sono state tratte in arresto nei mesi scorsi. Altre 15 sono state arrestate ieri mattina in seguito a un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dalla Procura di Lecco.

Spararono alle gambe del benzinaio: sgominata banda di rapinatori

Il rapinatore impugna la pistola e spara alle gambe del benzinaio BERGAMO -- Era una banda dedita a rapine a distributori di benzina. I carabinieri di ...

Sabato sugli sci: ecco le piste aperte nelle valli bergamasche

Le piste di Colere BERGAMO -- In netto anticipo sulla stagione, grazie alla neve caduta in questi giorni e ...