iscrizionenewslettergif
Politica

Sorte (Pdl): dopo 38 anni in parlamento Tremaglia vada a casa

Di Redazione24 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Alessandro Sorte

Alessandro Sorte

BERGAMO — “Tremaglia ha commesso un peccato imperdonabile di ingratitudine nei confronti di chi gli ha consentito di diventare Ministro e di rimanere ancora in Parlamento”. E’ il commento secco del vicecapogruppo del Pdl in Provincia Alessandro Sorte che, in seguito all’intervista del decano dei parlamentari di destra rilasciata all’Espresso in cui Tremaglia attacca Berlusconi, ha preso carta e penna e vergato dichiarazioni pesanti. “Ora che vota gomito a gomito con Rosy Bindi e Di Pietro, Tremaglia dimostra di avere quantomeno poca memoria”.

“Al di là della scarsa gratitudine – prosegue Sorte – pesa l’atteggiamento verso il Governo dell’onorevole: i bergamaschi che gli hanno permesso di tornare a Montecitorio hanno messo una x sul nome di Berlusconi. Forse dovrebbe render loro conto: non credo che siano molto contenti di vedere i loro voti finire in mano a chi avversa la lotta all’immigrazione clandestina”.

«Per il Pdl invece è importante mantenere la parola data agli elettori. Tremaglia ha fatto una scelta diversa: rispetto la sua storia personale, nondimeno i suoi attacchi al Governo sono inaccettabili, Berlusconi a casa? Forse dopo 38 anni di Parlamento, il primo ad andarsene dovrebbe essere proprio Tremaglia, visto che i finiani parlano tanto di rinnovamento”, conclude Sorte.

Fontana (Pdl): bene la vendita della Flores, ora le altre caserme

Gregorio Fontana BERGAMO -- "Non possiamo che dirci soddisfatti per la vendita della caserma Flores da parte ...

Offese alle forze dell’Ordine: il leghista Isacchi chiede scusa

Pietro Isacchi BERGAMO -- "Sono consapevole di aver usato toni scorretti e provocatori nell’affermare le mie opinioni ...