iscrizionenewslettergif
Politica

Offese alle forze dell’Ordine: il leghista Isacchi chiede scusa

Di Redazione24 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Pietro Isacchi

Pietro Isacchi

BERGAMO — “Sono consapevole di aver usato toni scorretti e provocatori nell’affermare le mie opinioni e pertanto voglio pubblicamente chiedere scusa ai cittadini bergamaschi, al Consiglio Provinciale e al Presidente della Provincia, che peraltro non era presente in Aula”. Dopo le parole di fuoco pronunciate in consiglio provinciale del 22 novembre, il leghista Pietro Isacchi fa retromarcia.

“La discussione della mozione sulla sicurezza in Provincia di Bergamo presentata dalle opposizioni è sicuramente trascesa, travalicando i limiti del confronto e del dibattito civile – spiega Isacchi -. Le affermazioni relative a presunti comportamenti illeciti dei rappresentanti delle forze dell’ordine sul territorio bergamasco sono state offensive e prive di qualunque fondamento”.

“A tutte le forze dell’ordine va la mia stima e riconoscenza per il lavoro che quotidianamente svolgono pur nelle mille difficoltà che la Lega Nord non ha mai mancato di sottolineare. Un tema come quello della sicurezza, così caro al nostro Movimento – tiene a sottolineare Isacchi – avrebbe meritato un dibattito completamente diverso: un confronto sui problemi reali e non uno scambio di invettive politiche.Ribadisco quindi nuovamente le mie più profonde scuse”.

Sorte (Pdl): dopo 38 anni in parlamento Tremaglia vada a casa

Alessandro Sorte BERGAMO -- "Tremaglia ha commesso un peccato imperdonabile di ingratitudine nei confronti di chi gli ...

Giovane Italia attacca: quegli studenti di sinistra difendono i baroni

Sit-in degli studenti contro il ddl Gelmini BERGAMO -- "Le immagini della manifestazione studentesca di Roma sono incredibili, stupisce vedere gli studenti ...