iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Vertova: 6 domande (e 6 risposte) su via Quarenghi

Di Redazione23 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Pietro Vertova

Pietro Vertova

BERGAMO — La sinistra proprio non ci sta. Quel coprifuoco in via Quarenghi non è andato giù, tanto che il consigliere comunale dei Verdi Pietro Vertova ha preso carta e penna e sulle orme di Marzullo – si faccia una domanda e si dia una risposta – ha diffuso alla stampa le domande e le risposte che pubblichiamo qui sotto, in merito all’ordinanza dell’amministrazione comunale.

1) Cosa succede giovedì 25 novembre a Bergamo?
Entra in vigore l’ordinanza del Sindaco che istituisce il coprifuoco a Bergamo, in via Quarenghi.

2) Perché i commercianti di via Quarenghi non si sentono tutelati ?
Perché il sindaco della città in cui abitano e lavorano ordina che (quasi tutti) i loro negozi debbano chiudere alle 8 di sera nei giorni feriali e alle 4 di pomeriggio di domenica e nei giorni festivi, colpendo i loro legittimi interessi materiali, discriminandoli dal resto della città, rendendo meno vivibile via Quarenghi. Questa ordinanza non è studiata per affrontare alcun problema o situazione specifica, ma ha motivazioni di carattere politico-simbolico.

3) Perché la Giunta Tentorio ordina il “coprifuoco”?
Via Quarenghi fornisce immagini legate alla presenza di nuovi cittadini venuti a Bergamo da altre città. Rendendo questa presenza più difficile e ghettizzata, nonché creando immagini di paura e oscurità in questo spazio urbano, gli esponenti della Lega e della nuova destra vogliono alimentare percezioni di insicurezza per poi dire che “ci stanno pensando loro” a riportare l’ordine.

4) Il coprifuoco è giuridicamente legittimo?
No, l’ordinanza che istituisce il coprifuoco presenta evidenti profili di illegittimità. Per un semplice motivo: l’amministrazione comunale ha a disposizione tutti gli strumenti per intervenire su singoli esercizi commerciali nel caso arrechino effettivi problemi di ordine pubblico. Un provvedimento che coinvolge tutti (o quasi) gli esercizi commerciali della via non risponde ad alcuna esigenza amministrativa. Allo stesso tempo, l’ordinanza va a colpire i legittimi interessi degli esercenti. Il ricorso al Tar da parte dei commercianti porterà quindi sicuramente alla sospensione dell’ordinanza. Tentorio e la Lega sanno benissimo che questa ordinanza va ben oltre i confini della legittimità, ma hanno deciso di forzare il diritto. Faranno una brutta figura.

5) Perché il coprifuoco sarà sconfitto?
Perché i cittadini di Bergamo si ribellano alle ingiustizie. Non accettano che nella loro città venga imposto un “coprifuoco”. Non accettano una politica che cerca consenso elettorale togliendo diritti ai cittadini. Non accettano l’arroganza e allo stesso tempo la miseria di chi “fa il duro” andando a colpire gli interessi e i diritti di chi non ha né voce in capitolo né diritto di voto.

6) Cosa succede giovedì 25 novembre a Bergamo?
Giovedì 25 novembre dalle ore 19 in avanti: manifestazione/festa in via Quarenghi per dire di no all’ordinanza, per disattivare gli effetti del coprifuoco, per ribadire che tutti gli abitanti di Bergamo sono cittadini di Bergamo.

Sicurezza, pugno di ferro: coprifuoco in via Quarenghi

Sindaco, assessore e cittadini in via Quarenghi CENTRO CITTA' -- Un giro di vite, auspicato da molti, disprezzato da pochi, quello che ...

Silvio Berlusconi e la tentazione del ’94

Silvio Berlusconi ROMA -- Prima o poi il nodo sarebbe venuto al pettine. E non a caso ...