iscrizionenewslettergif
Sebino

Tavernola: franati 4500 metri di roccia dall’ex miniera Ognoli

Di Redazione23 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La zona della frana

La zona della frana

TAVERNOLA — Aveva le ore contate. Già da una settimana gli esperti e i tecnici la tenevano sotto strettissima osservazione. Avevano ragione. Ieri sera intorno alle 20, 4500 metri cubi di roccia sono franati nell’ex miniera Ognoli, di proprietà del cementificio Sacci, con una grande boato.

La zona, al momento dello smottamento, era controllata da una decina di volontari della Protezione civile che si sono dati il cambio per tenere sotto controllo le strade limitrofe e supportare tecnici e operai. La situazione della frana era già critica da giorni. Tanto che nel pomeriggio i tecnici avevano iniziato a posare barriere paramassi per evitare che i detriti potessero finire nei piazzali dello stabilimento.

Il lavoro ha avuto la sua efficacia. Il grosso della frana si è accasciato sulla bretella che sale a Parzanica, sgomberata con largo anticipo. I tecnici sperano che lo smottamento abbia terminato la sua corsa per provvedere a una bonifica complessiva.

Aggredisce un poliziotto: interista di Villongo nei guai

La polizia in azione (immagine di repertorio) VILLONGO -- Resistenza a pubblico ufficiale. E' questa l'accusa a cui dovrà rispondere un giovane ...

Albergatore muore investito sulle strisce pedonali

L'ambulanza COSTA VOLPINO -- Travolto da un'auto mentre attraversava sulle strisce pedonali. È la drammatica morte ...