iscrizionenewslettergif
Bergamo

Sono pentito: scarcerato lo stalker di Alzano

Di Redazione22 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La sede universitaria di Caniana

La sede universitaria di Caniana

BERGAMO — Ha evitato la cella, ma per un bel po’ non potrà più frequentare i corsi universitari il 23enne accusato di stalking nei confronti di una coetanea. Il giovane era stato arrestato giovedì scorso dopo aver aggredito la ragazza ed averla picchiata fuori dalla sede universitaria di Caniana.

Davanti al giudice Vittorio Masia l’aggressore si è detto “pentito” di quello che ha fatto e ha preso l’impegno di non dar più fastidio alla coetanea. Basta pedinamenti, telefonate e messaggi. Fine cioè di una persecuzione che andava avanti da tempo e che la ragazza, esasperata, aveva denunciato martedì scorso alla questura. Giovedì, dopo l’ennesimo rifiuto e un ammonimento della polizia, il 23enne l’aveva aspettata fuori dall’università e aggredita, procurandole ferite guaribili in 10 giorni. La polizia lo aveva rintracciato e arrestato.

Al termine dell’udienza di convalida dell’arresto, il giudice ha scarcerato il ragazzo disponendo nei suoi confronti la misura dell’obbligo di dimora ad Alzano Lombardo.

Falso giuramento: Lombardini condannato in primo grado

Il tribunale di Bergamo BERGAMO -- E' stato condannato in primo grado a 6 mesi (con la condizionale) e ...

Lunedì ancora instabile, ma da martedì torna il sole

Bergamo BERGAMO -- Finalmente il sole. Dopo giorni interi di pioggia costante e battente, il maltempo ...