iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Poesie

“Mi nasconda la notte e il dolce vento” di Sandro Penna

Di Redazione18 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Mi nasconda la notte e il dolce vento.
Da casa mia cacciato e a te venuto
mio romantico antico fiume lento.
Guardo il cielo e le nuvole e le luci
degli uomini laggiù così lontani
sempre da me. Ed io non so chi voglio
amare ormai se non il mio dolore.
La luna si nasconde e poi riappare
lenta vicenda inutilmente mossa
sovra il mio capo stanco di guardare.

“Il giorno più bello della storia” di Gianni Rodari

S’io fossi un fornaio Vorrei cuocere un pane Così grande da sfamare Tutta, tutta la gente Che non ...

“Al Dio ignoto” di Friedrich Nietzsche

Ancora, prima di partire E volgere lo sguardo innanzi Solingo le mie mani levo Verso di Te, o ...