iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Poesie

“I pellegrini del mondo” di Percy Bysshe Shelley

Di Redazione8 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Tu Stella dimmi, che ali di luce
ti sospingono rapida a un volo di fiamma,
dentro quale caverna della notte
si chiuderanno ora le tue piume?
E tu Luna che vai, pallida e grigia
pellegrina del Cielo, per vie senza riparo,
in quali abissi del giorno e della notte
stai ora ricercando il tuo riposo?
Vento ormai stanco, che passi vagabondo
come l’ospite esule del mondo,
possiedi ancora un tuo nido segreto
in vetta a un albero, in mezzo alle onde?

“In un momento” di Dino Campana

images9In un momento Sono sfiorite le rose I petali caduti Perché io non potevo dimenticare le rose Le cercavamo ...

“La mia vita, il mio canto” di Clemente Rebora

images-1L'egual vita diversa urge intorno; cerco e non trovo e m'avvio nell'incessante suo moto: a secondarlo par uso ...