iscrizionenewslettergif
Poesie

“Gli anni” di Sara Teasdale

Di Redazione4 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Stanotte chiudo gli occhi e vedo
Una strana processione superarmi—
Gli anni prima che vedessi il tuo viso
Scorrono a fianco a me con una grazia malinconica;
Passano, i sensibili timidi anni,
Come uno che si sforza di ballare, per metà cieco
di lacrime.
Gli anni andavano via e non seppero mai
Che ognuno mi portava più vicino a te;
Il loro sentiero era stretto e distante
Ed ancora mi conduceva al tuo cuore—
Oh sensibili anni timidi, oh anni solitari,
Che si sforzavano di cantare con voci annegate
nelle lacrime.

“Per quanto sta in te” di Costantino Kavafis

images72E se non puoi la vita che desideri cerca almeno questo per quanto sta in te: non ...

“In un momento” di Dino Campana

images9In un momento Sono sfiorite le rose I petali caduti Perché io non potevo dimenticare le rose Le cercavamo ...