iscrizionenewslettergif
Politica

Rossi (Pd): clima da caccia ai poveri, solidarietà a Caritas

Di Redazione3 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Matteo Rossi

Matteo Rossi

BERGAMO — “Voglio esprimere solidarietà alla Caritas di Bergamo che è stata vittima la scorsa notte di un gesto stupido e provocatorio da parte dell’associazione di estrema destra Casa Pound”. Lo ha detto il consigliere provinciale del Partito Democratico Matteo Rossi.

“Sono ben poche le realtà come la Caritas che rispondono in modo concreto alle esigenze di tanti poveri o nuovi poveri, siano essi italiani o migranti, svolgendo un lavoro essenziale per tutto il nostro territorio” spiega Rossi.

“Voglio inoltre sottolineare come il gesto di Casa Pound si inserisce in un clima inaccettabile di ‘caccia al povero’ nel quale non hanno mancato di far sentire la loro voce anche i maggiori rappresentanti istituzionali del nostro territorio. Come non ricordare alcune dichiarazioni degli ultimi mesi del presidente Pirovano: ‘Andate a fate delle belle retate dove ci sono gli immigrati clandestini’ (17 ottobre – discorso ai sindaci al congresso della Lega); ‘Vedo in giro troppi straccioni per la strade che chiedono la carità, gente che va caricata sui pullman e poi sui charter’ (settembre – discorso alla Berghem Fest di Alzano) solo per fare alcuni esempi, che hanno suscitato le reazioni delle persone impegnate quotidianamente nella lotta alla povertà. A questo si aggiungono i tanti provvedimenti delle amministrazioni leghiste che insistono con politiche discriminatorie nei confronti di residenti stranieri”.

“Per questo, oltre alla semplice solidarietà che esprimo a tutti gli operatori della Caritas, al presidente don Gervasoni e al direttore don Visconti, voglio dire che la politica e le istituzioni devono saper aprire in questo territorio una riflessione pubblica sul tema della povertà, dell’immigrazione, del disagio sociale, senza ipocrisie e infingimenti, smettendola di soffiare sulle paure della gente per puri fini elettoralistici. Si potranno anche perdere voti affrontando temi scomodi come questi, ma non si può venir meno al dovere di educare alla tolleranza e alla condivisione, recuperando i valori fondamentali della nostra terra e della nostra tradizione”, conclude il consigliere provinciale del Pd.

Pdl: Gregorio Fontana e le insidie del doppio congresso

Gregorio Fontana, a sinistra, con Jannone e la Brembilla BERGAMO -- Strano partito il Popolo della Libertà. Dopo aver guardato i congressi come fossero ...

Sorte: il sit-in contro Berlusconi? Arcigay cerca visibilità

Alessandro Sorte BERGAMO -- "La solita telenovela, a cui l’Arcigay di Bergamo ha deciso di accodarsi con ...