iscrizionenewslettergif
Politica

“Coprifuoco” in via Quarenghi: Vertova chiede lumi

Di Redazione3 novembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Pietro Vertova

Pietro Vertova

BERGAMO — Il consigliere comunale dei Verdi Pietro Vertova ha presentato un’interpellanza sulla questione del cosiddetto “coprifuoco” in via Quarenghi. La risposta del sindaco di Bergamo Franco Tentorio dovrebbe arrivare al consiglio comunale di lunedì 8 novembre.

Nell’interpellanza Vertova chiede a Tentorio “se non ritenga che l’annunciata ordinanza sui negozi di via Quarenghi (il “coprifuoco” delle 20 nei giorni feriali e alle 16 alla domenica e nei giorni festivi), sia discriminatoria nonché arrecante un danno all’immagine di Bergamo (infatti afferma e veicola l’idea che la comunità bergamasca abbia bisogno di provvedimenti come un “coprifuoco” per la civile convivenza, idea assolutamente falsa)”.

“Si domanda se l’avvocatura comunale sia stata consultata o meno nella predisposizione dell’ordinanza e come mai la Prefettura non abbia ancora approvato il testo dell’ordinanza – prosegue Vertova -. Si chiede inoltre al Sindaco se é consapevole, oppure no, che sta esponendo la città ad un ulteriore danno di immagine (oltre al “coprifuoco” in quanto tale) in quanto una tale ordinanza sarebbe con ogni probabilità considerata illegittima dal Tribunale Amministrativo Regionale (per le ragioni specificate nell’interpellanza)”.

“Si chiede, infine, se pensa che “tanto nessuno farà ricorso”, e che quindi il TAR non verrà chiamato a pronunciarsi sulla legittimità di tale ordinanza. Se la sua speranza é questa, si tratta di una speranza mal risposta visto che non tutte le persone accettano dei torti e delle discriminazioni senza lottare contro di esse” conclude il consigliere comunale.

Sorte: il sit-in contro Berlusconi? Arcigay cerca visibilità

Alessandro Sorte BERGAMO -- "La solita telenovela, a cui l’Arcigay di Bergamo ha deciso di accodarsi con ...

Arnoldi: contro Berlusconi attacchi esagerati e senza politica

Gianantonio Arnoldi BERGAMO -- Una posizione controcorrente. Mentre il mainstream attacca con ferocia Silvio Berlusconi per la ...