iscrizionenewslettergif
Sport

L’Atalanta cala il poker: Padova superato 4-1

Di Redazione30 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Doni, altra doppietta

Doni, altra doppietta

BERGAMO – Chi di calcio piazzato perisce, di calcio piazzato ferisce.

L’Atalanta, dopo l’incredibile sconfitta di Piacenza, regola il Padova con un sonoro 4-1 e deve dire grazie a due calci di punizione di Doni e Barreto, ad un rigore di Doni e al gol di Tiribocchi.

Il successo rinfranca l’ambiente dopo una settimana difficile, i due giorni di ritiro prima della sfida hanno evidentemente fatto bene ma la cosa più importante è stata la risposta della squadra sotto il profilo mentale: questo gruppo, questi giocatori sono con il loro allenatore.

L’Atalanta parte con il piglio deciso, la Curva Pisani torna a sostenere come ai bei tempi e la verve di Barreto e compagni è subito interessante. Il primo sussulto della squadra bergamasca è firmato da Cristiano Doni, al 10′ il capitano nerazzurro riceve a centro area un cross interessante di Raimondi ma il suo destro a colpo sicuro trova Agliardi a respingere.

Gli avversari patavini sono una squadra ostica nella fase iniziale, la manovra dell’Atalanta è costante ma non trova sbocchi e la sensazione è che l’approccio alla partita, dopo la figuraccia di Piacenza, sia quello giusto: Raimondi al 22′ certifica il suo ottimo inizio con un destro di controbalzo dal limite, buona potenza ma sballata la mira.

Il primo pericolo biancoscudato nasce al 25′ da un disimpegno errato di Bellini, la ripartenza sulla destra arriva a Di Gennaro dopo un tocco corto di Troest: il danese è bravo a rimediare opponendosi con il corpo. Passa solo un minuto (26′) e il Padova con Crespo crea una grande occasione, il cross rasoterra sta per essere insaccato da Succi sul secondo palo ma Raimondi chiude alla grande in diagonale e salva tutto.

La rete che sblocca il risultato è un capolavoro di Barreto, al 29′ la punizione del paraguaiano dai 25 metri è un gioiellino da raccontare ai nipoti: destro a giro che chiude sopra la barriera, Agliardi non ci arriva e la dedica del centrocampista nerazzurro che squarcia l’abbraccio dei compagni finendo dritto ai familiari in tribuna.

Il Padova non reagisce, l’Atalanta si preoccupa per un fastidio muscolare di Peluso ma al 44′ arriva l’episodio che mette in ghiaccio il risultato: Cristiano Doni, in piena area, viene affossato da Trevisan mentre cerca di controllare un cross di Bellini, l’arbitro Nasca assegna il penalty e lo stesso capitano realizza il gol numero 104 raggiungendo Tiribocchi in vetta ai marcatori stagionali.

La ripresa si apre come meglio non si potrebbe, Doni al 47′ dipinge una punizione magistrale che si infila sotto la traversa e il 3-0 spiana la strada verso il successo atalantino: le proporzioni della vittoria potrebbero già diventare ancora più grandi, Tiribocchi al 48′ viene smarcato solo davanti ad Agliardi ma il suo destro è troppo centrale e viene messo in angolo.

La squadra di Calori al 55′ ha l’occasione per accorciare le distanza, Succi solo davanti a Consigli si fa ipnotizzare e il 3-0 resiste: al 60′ Colantuono regala la standing-ovation a Doni (dentro Basha al suo posto) ma pochi secondi dopo Peluso in area devia un pallone con le mani e Succi trasforma dal dischetto il 3-1.

Calori non fa nemmeno in tempo a pensare alla rimonta, l’Atalanta al 64′ costruisce l’azione più bella della partita e Tiribocchi segna il 4-1. Ripartenza dall’area di Carmona, palla verticale per Tiribocchi, appoggio per Barreto che pesca Ruopolo in profondità: l’ariete campano premia lo scatto del “Tir”, la rasoiata di destro del puntero romano si insacca a fil di palo e la curva può festeggiare il quarto gol suonando il clacson.

Nel finale solo i cambi smuovono il tabellino, all’84’ Basha sfiora il 5-1 con un destro poderoso che si spegne sul palo e il risultato non cambia più: forza Atalanta, avanti così.

ATALANTA – PADOVA 4-1

Reti: 29′ Barreto(A), 44′ Rig. e 47′ Doni(A), 60′ Rig. Succi(P), 64′ Tiribocchi(A)

ATALANTA: Consigli, Raimondi, Peluso (62′ Capelli), Troest, Bellini (80′ Pettinari), Carmona, Barreto, Padoin, Doni (60′ Basha), Tiribocchi, Ruopolo. All: Colantuono

PADOVA: Agliardi, Crespo, Cesar, Trevisan, Renzetti, Bovo (82′ Gallozzi), Italiano (49′ Jidayi), Cuffa, Di Gennaro (70′ Di Nardo), Succi, Vantaggiato. All: Calori

Ammoniti: Crespo(P), Cuffa(P), Italiano (P), Barreto(A), Peluso(A), Jidayi(P)

Espulso: Vantaggiato(P) al 93′

Fabio Gennari

Colantuono sotto pressione: col Padova cancelliamo Piacenza (video)

Stefano Colantuono ZINGONIA -- "Parliamo solo della partita con il Padova, credo che sia questo che interessi ...

Barreto mondiale, ottima gara di Raimondi e Doni

Edgar Barreto BERGAMO – Si aspettava una riposta dal gruppo e la risposta è arrivata. Guidati da ...